Tempio di Ain Dara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tempio di Ain Dara
Leone, animale sacro di Ishtar/Shaushka
Leone, animale sacro di Ishtar/Shaushka
Civiltà paleosiriana e ittita
Utilizzo tempio
Epoca età del ferro, 1300-740 a.C.
Localizzazione
Stato Siria Siria
Governatorato Aleppo
Dimensioni
Superficie 20 x 30
Scavi
Data scoperta 1955
Date scavi 1980-85

Coordinate: 36°27′33.7″N 36°51′07.5″E / 36.459361°N 36.852083°E36.459361; 36.852083

Resti del tempio di Ain Dara
Una delle impronte della dea scolpite nel pavimento del tempio.

Il tempio di Ain Dara è un tempio ittita dell'età del ferro, costruito attorno al 1300 a.C. e utilizzato sino al 740 a.C., ed eretto sessanta kilometri a nord-ovest di Aleppo, in Siria. Il tempio, dedicato alla dea Ishtar (o alla sua omologa ittita Shaushka[1]), si trova su di un'altura che domina sulla sottostante città di Ain Dara. Il tempio è peculiare per le numerose somiglianze con il tempio di Salomone descritto nella bibbia.[2] Le sculture conservatesi raffigurano leoni e sfingi, comparabili ai cherubini del Primo tempio ebraico; le grandi impronte dei piedi della dea sono scolpite nel pavimento.

Nel 1955 fu casualmente ritrovato un leone monumentale in basalto, ma gli scavi avvennero tra il 1980 e il 1985. Si tratta di un tempio a pianta rettangolare orientato verso sud-est. La prima fase (1300-1000 a.C.) vide una struttura larga 20 metri e lunga 30 metri, composta da portico, anticamera (pronaos) e camera (naos). Nella seconda fase (1000-900 a.C.) furono aggiunte lastre in basalto a foderare il portico e i passaggi tra portico e anticamera e tra questa e la camera. Nella terza fase (900-740 a.C.) fu aggiunto un ambulatorio tutto intorno al tempio, ottenuto estendendo la piattaforma su cui era stato edificato inizialmente il tempio.

Il tempio conserva le fondamenta in calcare e alcune lastre di basalto; è andata persa la sovrastruttura in mattoni di fango, probabilmente coperta da pannelli in legno. La facciata e le mura interne sono decorate da altorilievi raffiguranti creature mitiche

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Johanna Stuckey, Shaushka and 'Ain Dara: A Goddess and Her Temple
  2. ^ Philip J. King e Lawrence E. Stager, Life in Biblical Israel (Westminster John Knox Press, 2001), p. 334.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Monson, John 2000. "The 'Ain Dara Temple: Closest Solomon Parallel". Biblical Archaeologist Review 26/3: 20-35, 67.
  • Mirko Novák: The Temple of 'Ain Dara in the Context of Imperial and Neo-Hittite Architecture and Art. In: Jens Kamlah, Henrike Michelau (Hrsg.): Temple Building and Temple Cult. Architecture and Cultic Paraphernalia of Temples in the Levant (ADPV 41). Harrassowitz Verlag, Wiesbaden 2012, S. 40–54. ISBN 978-3-447-06784-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]