Tellaro (Lerici)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tellaro
frazione
La Chiesa di Tellaro
La Chiesa di Tellaro
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Provincia Provincia della Spezia-Stemma.png La Spezia
Comune Lerici-Stemma.png Lerici
Territorio
Coordinate 44°05′00″N 9°55′00″E / 44.083333°N 9.916667°E44.083333; 9.916667 (Tellaro)Coordinate: 44°05′00″N 9°55′00″E / 44.083333°N 9.916667°E44.083333; 9.916667 (Tellaro)
Altitudine 3 - 25 m s.l.m.
Abitanti 1 200
Altre informazioni
Cod. postale 19032
Prefisso 0187
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti tellaresi
Patrono san Giorgio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Tellaro

Tellaro (Teàe in dialetto spezzino) è la frazione più orientale del comune di Lerici, in provincia della Spezia. È stato recensito come uno dei borghi più belli d'Italia[1].

Il paese è un piccolo borgo marinaro, arroccato su una scogliera che si affaccia sul Golfo della Spezia. Meta di molti artisti italiani e stranieri, vi ha trovato dimora nei lunghi anni della propria vecchiaia Mario Soldati. Tellaro, infine, è una delle borgate marinare che ogni anno partecipano al Palio del Golfo.

Vie di accesso[modifica | modifica sorgente]

Vista del borgo

L'unica via di comunicazione carrabile, che dal capoluogo lericino porta al borgo di Tellaro, è una strada che si dipana a picco sul mare, passando per Maralunga e Fiascherino.

Il borgo è raggiungibile da alcuni sentieri pedonali che dai borghi sovrastanti calano verso il mare, anche se con una certa difficoltà, vista la natura aspra e impervia delle terrazze degradanti sul mare.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Tra le feste paesane di particolare suggestione vi è il Natale Subacqueo che celebra la nascita del Gesù, la notte di Natale. Ogni anno infatti la statua del bambino emerge dalle acque trasportata da un gruppo di subacquei e depositata nella mangiatoia, in una cornice di oltre 8.000 lumini e festeggiato da fuochi d'artificio sul mare. Il patrono di Tellaro è San Giorgio, il 23 aprile. Tradizionale è anche la "Sagra del Polpo", che si svolge ogni anno la seconda domenica d'agosto, organizzata dall'Unione Sportiva attiva nel borgo ligure.

Altrettanto suggestive le storie legate al borgo. Tra le più famose leggende, quella che racconta il salvataggio di Tellaro da un attacco notturno dei pirati saraceni, nel medioevo, ad opera d'un polpo gigante che destò la popolazione suonando a martello le campane della chiesa.

Si legge nel Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale degli stati di S. M. il re di Sardegna di Goffredo Casalis: "Presso Barbazano vedesi Telaro, ove nel 1666 alli 19 di luglio si trovò Gallo d'Arenzano corsaro rinnegato, che vi si condusse con sei galere per farne schiava la popolazione; ma atterritosi al suono di una campana, frettolosamente se ne partì".

L'armo tellarese durante l'81° Palio

Persone legate a Tellaro[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Mario Soldati, nel racconto "Il Polipo e i Pirati", chiama gli abitanti di Tellaro col nome di Tellarini.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte: dal sito I Borghi più belli d'Italia.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]