Taking Tiger Mountain (By Strategy)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taking Tiger Mountain (By Strategy)
Artista Brian Eno
Tipo album Studio
Pubblicazione novembre 1974
Durata 48 min : 14 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Glam rock[1]
Proto-punk[1]
Rock sperimentale[1]
Etichetta Island Records
Produttore Brian Eno
Registrazione settembre 1974,
agli Island Studios di Londra
Brian Eno - cronologia
Album precedente
(1974)
Album successivo
(1975)

Taking Tiger Mountain (By Strategy) è il secondo album solista dell'artista britannico Brian Eno, che ne è anche il produttore. Venne pubblicato dalla Island Records (ILPS 9309) nel novembre 1974. Vi collaborano Robert Wyatt alle percussioni e Phil Manzanera alle chitarre.

La musica è più sottile e cerebrale del precedente Here Come the Warm Jets, le cui atmosfere pop sono qui smorzate, e lascia intravedere la svolta ambient dell'artista, che sarà più corposa nel successivo Another Green World.[1]

Nella realizzazione dell'album, i musicisti si sono aiutati con l'utilizzo delle Strategie Oblique, un mazzo di 100 carte ideate da Eno assieme all'artista anglo-tedesco Peter Schmidt. Ognuna di queste carte, la cui prima pubblicazione avvenne nel gennaio del 1975, contiene un aforisma che stimola riflessioni applicabili non soltanto in campo musicale.[2]

L'album non ha incontrato i favori del pubblico e non è entrato nelle classifiche di vendita,[3] ma ha riscosso ampi consensi dalla critica specializzata.[4]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono stati composti da Brian Eno, eccetto dove indicato.

  1. Burning Airlines Give You So Much More – 3:18
  2. Back in Judy's Jungle – 5:16
  3. The Fat Lady of Limbourg – 5:03
  4. Mother Whale Eyeless – 5:45
  5. The Great Pretender – 5:11
  6. Third Uncle – 4:48 (Arrangiata da Brian Turrington)
  7. Put a Straw Under Baby – 3:25
  8. The True Wheel – 5:11 (Composta assieme a Phil Manzanera)
  9. China My China – 4:44
  10. Taking Tiger Mountain – 5:32

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

  • Brian Eno – voce, sintetizzatore, effetti elettronici, chitarra, tastiere
  • Phil Manzanera – chitarra
  • Brian Turrington – basso
  • Freddie Smith – batteria
  • Robert Wyatt – percussioni, seconda voce
Ospiti
  • Portsmouth Sinfonia – archi in "Put a Straw Under Baby"
  • Randi and the Pyramids – coro in "The True Wheel"
  • The Simplistics – coro in "Back in Judy's Jungle" e "Taking Tiger Mountain"
  • Andy MacKayottoni in "The Fat Lady of Limbourg"
  • Phil Collins – seconda batteria in "Mother Whale Eyeless"
  • Polly Eltes – voce in "Mother Whale Eyeless"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Huey, Steve: Recensione del disco su Allmusic
  2. ^ (EN) Brian Eno: Introduzione alle Strategie Oblique su rtqe.net
  3. ^ (EN) Neil Warwick, Jon Kutner e Tony Brown: The Complete Book of the British Charts: Singles and Albums a pag. 379. Omnibus Press, 2004. ISBN 1844490580 (su Google Books)
  4. ^ (EN) Tamm, Erik: Brian Eno: His Music and the Vertical Color of Sound a pag. 100. Da Capo Press, 1995. ISBN 0306806495 (su Google Books)
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock