Songs About Fucking

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Songs About Fucking
Artista Big Black
Tipo album Studio
Pubblicazione 1987
Durata 31:45
Genere Noise rock
Post-hardcore
Etichetta Touch and Go Records
Produttore Big Black
Big Black - cronologia
Album successivo
(1992)

Songs About Fucking è il secondo ed ultimo album di studio della band noise rock statunitense Big Black pubblicato nel 1987.

Sull'album sono incluse le cover di The Model dei Kraftwerk e di He's a Whore dei Cheap Trick.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Steve Albini disse che Songs About Fucking (traducibile in italiano con "Canzoni sullo scopare", "sul fottere", ecc...) era l'album dei Big Black che lo soddisfaceva maggiormente. Nel corso di un'intervista del 1992 alla rivista Maximumrocknroll, Albini disse:

« Il meglio è il lato uno di Songs About Fucking. Ero molto contento del modo in cui lo facemmo. Entrammo semplicemente nello studio, sbattemmo fuori tutte le canzoni e le facemmo. Non ci volle tanto tempo, non costò molto, tutto filò molto liscio. La seconda facciata la registrammo invece ad un ritmo più lento e penso che ciò ci fece male. E che la canzone dei Cheap Trick rimase su nastro e sul CD solo per caso, e noi la lasciammo lì. »

La band aveva già deciso di sciogliersi prima della registrazione e della pubblicazione dell'album, a causa della decisione del chitarrista Santiago Durango di uscire dal gruppo per iscriversi a giurisprudenza per diventare avvocato, e del desiderio della band di andarsene all'apice della carriera.[1]

Sul retrocopertina dell'album è contenuto l'ennesimo attacco da parte del gruppo al formato digitale del compact disc: «The Future Belongs To Analog Loyalists. Fuck Digital»[2] ("Il futuro appartiene ai fedeli all'analogico. Fotti il digitale").

Nel 2009, i gruppi punk The Copyrights e The Dopamines hanno parodiato la copertina dell'album con il loro E.P. Songs About Fucking Up.

Nel 2010, il musicista elettronico Kid606 (Miguel Trost De Pedro) pubblicò un album intitolato Songs About Fucking Steve Albini. La copertina è una parodia di quella di Songs About Fucking.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono opera dei Big Black, eccetto dove indicato.

Lato 1 "Happy Otter"
  1. The Power of Independent Trucking – 1:27
  2. The Model – 2:34 (Karl Bartos, Ralf Hütter, Emil Schult)
  3. Bad Penny – 2:33
  4. L Dopa – 1:40
  5. Precious Thing – 2:20
  6. Colombian Necktie – 2:14
  7. Kitty Empire – 4:01
Lato 2 "Sad Otter"
  1. Ergot – 2:27
  2. Kasimir S. Pulaski Day – 2:28
  3. Fish Fry – 2:06
  4. Pavement Saw – 2:12
  5. Tiny, King of the Jews – 2:31
  6. Bombastic Intro – 0:35
  7. He's a Whore – 2:37* (Rick Nielsen)
  • *Disponibile solo nella versione CD[3]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Peter Buckley, The Rough Guide to Rock, Rough Guides, 2003, p. 90, ISBN 1-84353-105-4.
  2. ^ Discogs: Big Black - Songs About Fucking(2)
  3. ^ Big Black - Songs About Fucking su Discogs