Son House

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Son House
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Delta blues
Country blues
Prewar Blues
Periodo di attività metà anni ’20 – 1974

Son House (vero nome Eddie James House, Jr.) (Riverton, 21 marzo 1902Detroit, 19 ottobre 1988) è stato un cantante e chitarrista statunitense di musica blues. Figura predominante del genere delta blues, lo stile di House è risultato essere nel corso degli anni profondamente influente nel panorama musicale statunitense.

foto di Son House

Biografia[modifica | modifica sorgente]

« Non c'è che un genere di blues, ed in qualche modo equivale a quello che c'è tra un uomo e una donna che si amano... quest'amore, in certi giorni, ti fa sentire triste e malinconico... ed è qui che si parla di blues! »
(Son House in un'intervista)

House nacque a Riverton, un piccolo paese distante due miglia da Clarksdale, nel Mississippi. All'età di sette-otto anni, dopo che i suoi genitori si separarono, si trasferì con la madre a Tallulah (Louisiana). Nel 1915 incominciò una carriera di predicatore per la Chiesa battista. Nonostante la Chiesa fosse contraria alla musica blues e a tutto il mondo ad esso connesso, House iniziò nel frattempo ad interessarsi a questo genere musicale e si trasferì a Clarksdale dove, ispirato da Willie Wilson, imparò a suonare la chitarra. A partire dalla metà degli anni venti e sino al 1942, si esibì con Charley Patton, Willie Brown, Robert Johnson, Fiddlin' Joe Martin e Leroy Williams nell'area di Robinsonville, nel Mississippi e a nord di Memphis, Tennessee.

All'incirca nel 1927 House venne coinvolto in una controversia giudiziaria per aver ucciso un uomo; nonostante secondo la sua versione dei fatti egli avesse agito per autodifesa, in quanto l'uomo cominciò a sparare all'impazzata in un juke joint ferendo lo stesso House ad una gamba, quest’ultimo dovette scontare una pena detentiva nel carcere Parchman Farm nel Mississippi tra il 1928 ed il 1929. Una volta uscito dal carcere, nel 1930 registrò del materiale per la Paramount Records e fra il 1941 ed il 1942 per Alan Lomax per conto della Library of Congress. L'anno seguente si trasferì a Rochester, New York e per un lungo periodo si distaccò dal business musicale lavorando come operaio per la New York Central Railroad.

Venne riscoperto nella stessa Rochester nel giugno del 1964 da Nick Perls, Dick Waterman e Phil Spiro i quali, entusiasti del suo vecchio materiale, l'avevano ricercato invano per tutta l'area del delta del Mississippi decisi ad aiutarlo nel rilanciare la sua carriera. Dopo questo avvenimento House si attivò per registrare del materiale per la CBS Records e si dedicò a tournée intensive negli Stati Uniti ed in Europa. Nel 1964 si esibì al Newport Folk Festival, nel luglio 1965 al New York Folk Festival e nell'ottobre 1967 viaggiò per l'Europa con l'American Folk Blues Festival accanto a Skip James e Bukka White. Nell'estate del 1970 intraprese un'altra tournée in Europa, esibendosi tra l'altro al Montreux Jazz Festival; una registrazione relativa ai suoi concerti a Londra è stata inoltre distribuita dalla Liberty Records.

La malattia lo portò nel 1974 a decidere di ritirarsi nuovamente dalle scene per stabilirsi a Detroit, nel Michigan, città dove restò sino alla sua morte avvenuta nel 1988 a causa di un tumore alla laringe. È stato sepolto al Mount Hazel Cemetery a Detroit. I membri del Detroit Blues Society hanno in seguito tenuto dei concerti col fine di raccogliere fondi per porre un monumento sulla sua tomba. Nel corso della sua vita House è stato sposato cinque volte.

Stile ed influenze[modifica | modifica sorgente]

House spesso si serviva di un bottleneck e il suo stile musicale innovativo era caratterizzato da un ritmo forte, marcato e ripetitivo. Lo stile canoro invece ricordava quello delle chain gangs, i gruppi di prigionieri incatenati che dovevano svolgere lavori pesanti.

House ha influenzato ampiamente lo stile di musicisti del calibro di Muddy Waters e Robert Johnson. Curiosamente, nel corso degli anni sessanta fu proprio House che diffuse la leggenda secondo la quale Johnson vendette la propria anima al diavolo in cambio della sua incredibile abilità musicale.

Più recentemente la musica di House è stata di grande influenza in rock band come i White Stripes, che tra l'altro hanno fatto una cover della sua canzone Death Letter includendola nell'album De Stijl e cantandola ai Grammy Awards del 2004. I White Stripes hanno inoltre campionato delle sezioni del brano di House, John the Revelator, nella loro canzone Cannon contenuta nell'album di debutto The White Stripes.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Registrazioni su dischi 78 giri

Registrazioni del 28 maggio, 1930, a Grafton, Wisconsin, per la Paramount Records.

"Walking Blues" (perduta fino al 1985)

"See The My Grave Is Kept Clean"

"My Black Mama — Part I"

"My Black Mama — Part II"

"Preachin' the Blues — Part I"

"Preachin' the Blues — Part II"

"Dry Spell Blues — Part I"

"Dry Spell Blues — Part II"

"Clarksdale Moan"

"Mississippi County Farm Blues"


Per la Library of Congress/Fisk University

Registrazioni effettuate in Agosto, nel 1941, a Clack Store, vicino al Lake Cormorant, Mississippi

"Levee Camp Blues" (con Willie Brown, Fiddlin' Joe Martin, Leroy Williams)

"Government Fleet Blues' (con Willie Brown, Fiddlin' Joe Martin, Leroy Williams)

"Walking Blues" (con Willie Brown, Fiddlin' Joe Martin, Leroy Williams)

"Shetland Pony Blues" (con Willie Brown)

"Camp Hollers" (con Willie Brown, Fiddlin' Joe Martin, Leroy Williams)

"Delta Blues" (con Leroy Williams)



Registrazioni del 17 luglio 1942, a Robbinsonville - Mississippi

"Special Rider Blues" (two takes)

"Low Down Dirty Dog Blues"

"Depot Blues"

"American Defense"

"Am I Right Or Wrong"

"Walking Blues"

"County farm Blues"

"The Pony Blues"

"The Jinx Blues (No 1)

"The Jinx Blues (No 2)

Several Interviews

Le registrazioni bootleg e le interviste, si trovano su LP o CD.



Singoli

"The Pony Blues" / "The Jinx Blues", Part 1 (1967)

"Make Me a Pallet on the Floor" (Willie Brown) / "Shetland Pony Blues" (1967)

"Death Letter" (1985)



Altri Album

The Complete Library of Congress Sessions (1964) Travelin' Man Cd 02

Blues From The Mississippi Delta (W/ J.D. Short) (1964) Folkways Records

The Legendary Son House: Father Of Folk Blues (1965) Columbia 2417

In Concert (Oberlin College, 1965) Stack-O-Hits 9004

Delta Blues (1941–1942) Smithsonian 31028

Son House & Blind Lemon Jefferson (1926–1941) Biograph 12040

Son House - The Real Delta Blues (1964-65 Recordings) Blue Goose Records 2016

Son House & The Great Delta Blues Singers (With Willie Brown,) Document Cd 5002

Son House At Home : Complete 1969 Document 5148

Son House (Library Of Congress) Folk Lyric 9002

John The Revelator Liberty 83391

American Folk Blues Festival '67 (1 Cut) Optimism Cd 2070

Son House - 1965-1969 (Mostly Tv Appearances) Private Record Pr-01

Son House - Father Of The Delta Blues : Complete 1965 Sony/Legacy Cd 48867

Living Legends (1 Cut, 1966) Verve/Folkways 3010

Real Blues (1 Cut, U Of Chicago, 1964) Takoma 7081

John The Revelator - 1970 London Sessions Sequel Cd 207

Great Bluesmen/Newport (2 Cuts, 1965) Vanguard Cd 77/78

Blues With A Feeling (3 Cuts, 1965) Vanguard Cd 77005

Son House/Bukka White - Masters Of The Country Blues Yazoo Video 500 :

Delta Blues and Spirituals (1995)

In Concert (Live) (1996)

Live At Gaslight Cafe, 1965 (2000)

New York Central Live (2003)

Delta Blues (1941–1942) (2003) Biograph Cd 118

Classic Blues from Smithsonian Folkways Smithsonian Folkways 40134 (2003)

Classic Blues from Smithsonian Folkways, Vol. 2 Smithsonian Folkways 40148 (2003)

The Very Best of Son House: Heroes of the Blues Shout! Factory 30251 (2003)

Proper Introduction to Son House (2004) Proper

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7579212 LCCN: no92005753

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie