Soggolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il soggolo indossato dalla monaca di Monza, illustrazione de I promessi sposi

Il soggólo (contrazione da "sotto la gola") è, nell'abbigliamento femminile medievale e rinascimentale europeo, una benda, o fascia a largo nastro che passando sotto il mento avvolge il viso e il collo congiungendosi alla sommità del capo.

Già in uso nel secolo XIII, nel secolo XIV veniva portato dalle nobildonne sopra il vestito come sorta di bavero. Era infatti consuetudine delle donne sposate non mostrare i propri capelli. Il sòggolo poteva anche essere inamidato e modellato per assumere forme particolari. È rimasto nella veste monacale quasi sempre abbinato al "manto da testa".

Il soggolo militare è la fascetta di cuoio del berretto (di colore marrone in questa immagine) che si trova al di sopra della visiera

Il soggolo nell'abbigliamento militare[modifica | modifica wikitesto]

Viene così chiamata, nell'abbigliamento militare, anche la striscia di cuoio, cordoncino o nastro che, passando sotto il mento mantiene ancorato al capo un cappello, casco, kepì o elmetto militare; estensibile, si fissa sotto al mento per evitare la perdita del berretto per il vento o per cause dinamiche. Oggidì, salvo che per l'elmetto, nel quale la funzione di tenimento è più importante per il peso del copricapo e la sua tendenza a scivolare, è per lo più meramente ornamentale.

All'altezza delle tempie il soggolo ospita un richiamo dei gradi di spallina, consistente in un galloncino per lato. Il soggolo degli ufficiali è in genere di cordoncino (trecciola per i generali, cordone a due capi ritorti per gli ufficiali superiori, nastro di tessuto per gli ufficiali inferiori. Per i sottufficiali è invece generalmente di solo cuoio con galloncini, mentre per la truppa non ci sono in genere ornamenti di sorta.

Per alcuni tipi di copricapo, ad esempio l'elmo dei Corazzieri (con cimiero) o la "lucerna" dell'alta uniforme dei carabinieri (con pennacchio), il soggolo è sempre ordinariamente esteso sotto il mento.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda