Santolina etrusca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crespolina etrusca
220px
Santolina etrusca
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Anthemideae
Sottotribù Achilleinae
Genere Santolina
Specie S. etrusca
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Anthemideae
Sottotribù Santolininae
Nomenclatura binomiale
Santolina etrusca
(Lacaita) Marchi et Dam., 1973

La crespolina etrusca (Santolina etrusca (Lacaita) Marchi et Dam., 1973) è una pianta perenne della famiglia delle Asteraceae, endemica dell'Antiappennino tosco-laziale, descritta inizialmente come Santolina chamaecyparissus L. var. etrusca e successivamente elevata al rango di specie da Marchi e D’Amato nel 1973.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una pianta camefita suffruticosa.

L’irradiazione è legata essenzialmente ai corsi fluviali, la disseminazione è di natura anemocora e idrocora.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Tipica delle garighe di greto dei fiumi (Paglia, Orcia) e torrenti (Trasubbie) che hanno origine dal Monte Amiata, secondariamente colonizza luoghi incolti e scarpate.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica