Rorgone I del Maine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rorgone I
conte del Maine
In carica 820 - 839
Predecessore Goslino I
Successore Gosberto
Altri titoli conte di Le Mans e conte di Rennes
Morte 16 giugno 839
Padre Goslino I
Madre Adeltrude
Consorte Bilichilde
Figli Rorgone
Goffredo
Bilchilde
una seconda figlia e
Goslino, legittimi.
Luigi, illegittimo

Rorgone, oppure Rorico in francese Rorgon I ou Rorico I (seconda metà del VIII secolo – 16 giugno 839), fu conte di Rennes, dall'819, conte di Le Mans dal 920 circa e primo conte del Maine della famiglia dei Rorgonidi.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Figlio primogenito del conte di Le Mans, Goslino I, della famiglia dei Rorgonidi e di Adeltrude di cui non si conoscono gli ascendenti[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rorgone visse alla corte dell'imperatore Carlo Magno e durante quel periodo intrattenne una relazione con Rotrude (ca. 775 - † 810), figlia di Carlo e di Ildegarda di Vintzgau, come ci conferma Eihnardo, nella Vita Karoli Imperatori[2].

Dopo la morte di Rotrude, ricordata da Eihnardo, negli Annales[3], Rorgone sposò Bilichilde, di cui non si conoscono gli ascendenti.

Dopo la morte di Carlomagno, il nuovo imperatore, Ludovico il Pio gli conferì la contea di Rennes nell'819[1].
Mentre, nell'820 circa, alla morte del padre, gli subentrò nel governo della contea di Le Mans e nell'832, ricevette da Ludovico il Pio, la contea del Maine, che governò per circa sette anni[1].
In questo periodo dovette lottare contro Guido († 834, morto in battaglia contro Lamberto, conte di Nantes[4]), Rorgone, nelle cronache di quel periodo (tra cui l'Actus pontificum Cenomannis (atque comite ejusdem parrochiae Morigone)[5]), viene indicato come conte del Maine[4][6].

Rorgone morì il 16 giugno dell'839 o dell'840 (gli elenchi necrologici dell'abbazia di Saint-Denis menziona il giorno ma non precisa l'anno)[1].
La contea del Maine passò a suo fratello, Gosberto.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Rorgone da Rotrude ebbe un figlio illegittimo:[1]

Mentre dalla moglie Bichilde, ne ebbe cinque:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerhard Seeliger, "Conquiste e incoronazione a imperatore di Carlomagno", cap. XII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 358–396.
  • René Poupardin, Ludovico il Pio, cap. XVIII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 558–582.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Le Mans e poi del Maine Successore Blason département fr Sarthe.svg
Goslino I ca. 820– ca. 839 Gosberto I