Conti di Poitiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La provincia di Poitou nell'ambito del regno di Francia

Il Poitou faceva parte del regno Visigoto con capitale Tolosa, che dopo la battaglia di Vouillé, del 507, fu conquistato dai Merovingi e fece parte del regno d'Aquitania, che veniva aggregato sia al regno di Neustria che a quello d'Austrasia. L'Aquitania veniva governata da duchi in nome dei re dei Franchi, sia d'Austrasia che di Neustria. Ma durante l'VIII secolo, la regione intorno alla città di Poitiers cominciò ad essere considerato una contea autonoma, soggetta dapprima al ducato e poi al regno di Aquitania. Infine divenuti indipendenti i conti di Poitiers divennero duchi d'Aquitania.

Elenco dei Conti di Poitiers[modifica | modifica sorgente]

Blasone dei conti di Poitiers

Con Guglielmo II, conosciuto come Guglielmo IV di Aquitania, la contea di Poitiers seguì la sorte del Ducato d'Aquitania, in quanto i duchi portavano anche il titolo di conte di Poitiers.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Duchi d'Aquitania.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (LA) Annales Mettenses, pag 36
  2. ^ (LA) Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius: Annales Francorum Ludovici Dufour , pag 702
  3. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, tomus II: Vita Hludovici imperatoris , Pag 608
  4. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, tomus II: Einhardi vita Karoli imperatoris , Pag 463
  5. ^ (LA) Foundation for Medieval Genealogy : Bernard
  6. ^ a b (LA) Ademarus Engolismensis Historiarum, pagg 31 e 32 par 16
  7. ^ (LA) Ademarus Engolismensis Historiarum, pagg 35 e 36 par 19
  8. ^ a b (EN) Foundation for Medieval Genealogy : COMTES de POITOU (778-826)
  9. ^ (LA) Chronicon Santi Maxentii Pictavinis, pag 372
  10. ^ (LA) Ademarus Engolismensis Historiarum, pagg 43 par 25

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie[modifica | modifica sorgente]


Letteratura storiografica[modifica | modifica sorgente]

  • G. L. Burr, "La rivoluzione carolingia e l'intervento franco in Italia", cap. XI, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 336-357.
  • Gerhard Seeliger, "Conquiste e incoronazione a imperatore di Carlomagno", cap. XII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 358-396.
  • Gerhard Seeliger, "Legislazione e governo di Carlomagno", cap. XIV, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 422-455.
  • F. J. Foakes-Jackson, "Il papato fino a Carlomagno", cap. XV, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 456-476.
  • René Poupardin, Ludovico il Pio, in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 558–582.
  • René Poupardin, I regni carolingi (840-918), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 583–635.
  • Louis Alphen, Francia: Gli ultimi Carolingi e l'ascesa di Ugo Capeto (888-987), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 636-661

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia