Rodolfo II di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rodolfo II di Wittelsbach detto il Cieco (Wolfratshausen, 8 agosto 1306Neustadt, 4 ottobre 1353) fu conte palatino del Reno dal 1329 al 1353.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Rodolfo I di Baviera e di Matilde di Nassau, figlia del re Adolfo di Nassau-Weilburg. Suo zio era l'imperatore Ludovico IV.

Durante la giovinezza, suo padre e suo zio combatterono per l'eredità. Alla morte del padre, la sua famiglia venne messa sotto la protezione del duca Giovanni di Nassau, che era un partigiano della causa austriaca.

Suo zio, Ludovico il Bavaro prese possesso del Palatinato con la forza. Nell'agosto del 1322, infine, terminò la guerra ma solo dopo la morte di Matilde nel giugno 1323, quando i tre nipoti furono finalmente in grado di far pace con il proprio zio. I suoi figli ereditarono la Baviera e il figlio di Rodolfo I ereditò il Palatinato superiore ed il Palatinato propriamente , linea con il trattato di Pavia del 1329.

Divenne cieco solo nel suo ultimo anno di vita.

Matrimoni ed eredi[modifica | modifica wikitesto]

Rofolfo contrasse due matrimoni

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Elettore palatino Successore Armoiries Bavière-Palatinat.svg
Ludovico IV 1329-1353 Roberto I