Rob Liefeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rob Liefield nel 2006

Rob Liefeld (Anaheim, 3 ottobre 1967) è un fumettista ed editore statunitense, noto soprattutto per i suoi lavori per la Marvel Comics e per la Image Comics (di cui è co-fondatore). Dopo una prima esperienza alla fine degli anni ottanta per la DC Comics come disegnatore della serie Hawk and Dove, Liefeld passò alla Marvel Comics, dove lavorò sulla testata The New Mutants: qui creò i personaggi Cable, Deadpool e gli Externals. Nel 1991, dopo 12 numeri, trasformò insieme a Fabian Nicieza i New Mutants in X-Force (il cui primo numero ebbe vendite record).

Nel 1992 insieme a Jim Lee, Todd McFarlane, Erik Larsen, Jim Valentino e Marc Silvestri lasciò la Marvel Comics per fondare una nuova casa editrice, la Image Comics, il cui primo albo pubblicato fu ad opera proprio di Liefeld (Youngblood n. 1). Oltre a Youngblood, Liefeld realizzò anche la miniserie Bloodwulf.

Nel 1996 partecipò anche al progetto La rinascita degli eroi per la Marvel Comics; nel 1997 lasciò la Image per fondare una nuova casa editrice, la Awesome Comics. Liefeld ritorna all'universo parallelo di Heroes Reborn con lo scrittore Jeph Loeb con una mini serie dal titolo "Onslaught Reborn" (pubblicata in 5 numeri). Nel 2007 torna alla Image Comics con The new Youngblood scritta da Joe Casey e disegnata da Derec Donovan e Val Staples, con copertine dello stesso Liefeld.

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Lo stile artistico di Liefeld è stato molto criticato nel mondo dei comics sia dai lettori che dagli addetti ai lavori, che ne criticano soprattutto le esagerazioni nella muscolatura dei personaggi (Ad esempio il fatto di aver disegnato Capitan America con il cofano di un'alfa 33 al posto dei pettorali), l'incomprensibile uso di diversi tipi di prospettiva nella stessa vignetta, il numero di denti disegnati in bocca ai personaggi, il fatto che in molte scene oggetti e persone proiettino ombre non rispondenti alla loro silohuette e/o apparentemente collegate a diversi "fuochi" di luce solare.[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 185228751 LCCN: n95002585