Rhinopoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rhinopomatidae)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rhinopoma
Lesser Mouse- tailed Bat (Rhinopoma hardwickii).jpg
Rhinopoma hardwickii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Rhinopomatidae
Bonaparte, 1838
Genere Rhinopoma
E.Geoffroy, 1818
Sinonimi

Rhinopomidae
Rhinopomus

Specie

Vedi testo

Rhinopoma (E.Geoffroy, 1818) è l'unico genere di pipistrelli della famiglia dei Rinopomatidi, comunemente noti come pipistrelli coda di topo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Rhinopoma appartengono pipistrelli di medio-piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 53 e 90 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 45 e 75 mm, la lunghezza della coda tra 43 e 75 mm e un peso fino a 14 g.[1]

Caratteristiche ossee e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio è privo di processi post-orbitali, mentre le ossa pre-mascellari sono ben sviluppate e in semplice contatto con le ossa adiacenti. L'omero presenta un trochite ben sviluppato ma non articolato con la scapola; il secondo e terzo dito della mano hanno due falangi. La cintura scapolare è di proporzioni normali. Queste caratteristiche scheletriche, molto simili a quelle riscontrate negli Pteropodidi, fanno ritenere questa famiglia una delle più primitive tra i Microchiroptera. Gli incisivi superiori sono piccoli ed obliqui, mentre quelli inferiori sono uguali tra loro e separati dai canini, i quali sono semplici e privi di cuspidi supplementari. I denti masticatori sono di forma normale.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 1 1 1 1 1 1 3
3 2 1 1 1 1 2 3
Totale: 28
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è corta e soffice. Il muso, la groppa e la porzione posteriore dell'addome sono privi di peli. Il colore delle parti dorsali varia dal bruno-grigiastro al marrone scuro, mentre le parti ventrali sono più chiare. L'uropatagio è estremamente corto e sottile, la coda è più lunga della testa e del corpo ed è fine. Il calcar è assente. Le orecchie sono grandi e connesse da una banda trasversale alla base. Il trago è ben sviluppato, lungo e diritto. Sul muso è presente una piccola foglia nasale triangolare, dove si aprono le narici, caratterizzate da una particolare valvola che permette loro di chiudersi. Dietro la foglia nasale è presente una piccola depressione, mentre le camere nasali sono lateralmente rigonfie. Gli occhi sono relativamente grandi. Gli arti inferiori sono piuttosto gracili. Emette ultrasuoni tramite la bocca. Accumula grasso alla base della coda e degli arti inferiori.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere è diffuso nell'Africa dal Marocco al Kenya e in Asia, dalla Penisola arabica fino all'Indocina e Sumatra.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende 5 specie.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novak, 1999
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rhinopoma in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi