Rana temporaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rana alpina
Common Frog in Norway, 2007.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Ranidae
Genere Rana
Specie R. temporaria
Nomenclatura binomiale
Rana temporaria
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Rana aragonensis
Planca Soler, Rodriguez Vieites
& Suarez Martinez, 1995

Rana honnorati
Héron-Royer, 1881
Rana muta
Laurenti, 1768
Rana platyrrhinus
Steenstrup, 1847

La rana alpina o rana montana (Rana temporaria Linnaeus, 1758)[1], comunemente chiamata anche rana rossa, termine che spesso include altre congeneri di minore diffusione, è un anfibio anuro della famiglia Ranidae, molto comune in Europa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'adulto può raggiungere i 10 cm di lunghezza, anche se normalmente presenta dimensioni minori. Il colore è marrone, con tonalità variabili dal verde oliva al rossiccio; presenta spesso una V rovesciata di colore scuro tra le spalle; dietro l'occhio è presente una banda più scura che comprende anche il timpano. I fianchi sono spesso macchiettati. Le parti inferiori sono chiare, con aspetto marmorizzato e picchiettato. Sotto la gola può essere presente una striscia centrale più chiara. La pupilla è orizzontale. Rispetto alle altre rane rosse presenta le bande dorso laterali più ravvicinate e le zampe più corte. Rispetto alla Rana arvalis presenta il tubercolo metatarsale più piccolo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la stagione riproduttiva partecipa, percorrendo anche grandi distanze, a migrazioni di massa verso i luoghi di riproduzione. [2]

Queste rane, ogni anno, per deporre le uova, tornano al loro luogo di nascita.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il suo territorio di distribuzione si estende in tutta Europa ad est fino agli Urali escluse le massime latitudini settentrionali, gran parte della Penisola Iberica, e il sud dei Balcani. In Italia è presente sui rilievi, Alpi e Appennini settentrionali sino alla provincia di Rieti, in Pianura Padana sono presenti specie simili: Rana latastei e Rana dalmatina; nell'Appennino è presente Rana italica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Frost D.R. et al., Rana temporaria in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 6.0, New York, American Museum of Natural History, 2014. URL consultato il 4 ottobre 2014.
  2. ^ AA.VV., Grande enciclopedia per ragazzi, Animali, Volume 1, pag.251, Mondadori

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi