Ramzi Yusuf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ramzī Aḥmad Yūsuf

Ramzī Aḥmad Yūsuf (arabo: رمزي يوسف‎; Kuwait, 20 maggio 1967) è un terrorista kuwaitiano. Conosciuto anche con una dozzina di pseudonimi, è stato uno dei pianificatori dell'attentato al World Trade Center del 1993, del Progetto Bojinka (precursore degli attentati dell'11 settembre 2001), di una cospirazione contro il Primo ministro pakistano Benazir Bhutto e del mancato attentato sul Volo Philippine Airlines 434.

Il 6 febbraio 1995, è stato arrestato a Islamabad dal Diplomatic Security Service e trasferito negli Stati Uniti d'America, dove sconta una pena detentiva all'ergastolo a ADX Florence.

Ha dichiarato di essersi convertito al cristianesimo ma il personale del carcere non crede alla sua sincerità.

Lo zio di Ramzī Yūsuf è Khalid Shaykh Muhammad, il progettista degli attacchi dell'11 settembre 2001 detenuto tuttora nel campo di prigionia di Guantánamo, a Cuba.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 230531711 LCCN: n99048173

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie