Pusher 3 - L'angelo della morte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pusher 3 - L'angelo della morte
Zlatko Buric Pusher3.jpg
Zlatko Buric in una scena del film
Titolo originale Pusher 3
Paese di produzione Danimarca
Anno 2005
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, drammatico
Regia Nicolas Winding Refn
Soggetto Nicolas Winding Refn
Sceneggiatura Nicolas Winding Refn
Produttore Henrik Danstrup
Fotografia Morten Søborg
Montaggio Anne Østerud
Musiche Peter Peter
Interpreti e personaggi

Pusher 3 - L'angelo della morte (Pusher 3) è un film del 2005 scritto e diretto da Nicolas Winding Refn, terzo ed ultimo capitolo dell'omonima trilogia uscito a nove anni di distanza dal primo capitolo e ad appena un anno dal secondo.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia questa volta va a ruotare attorno a Milo (già conosciuto nel primo capitolo), dietro un'apparenza rispettabile, nasconde il fatto di essere uno dei più importanti boss della droga a Copenhagen. Proprio mentre è immerso nei preparativi per la festa che sta organizzando in occasione dei venticinque anni di sua figlia, Milo vede la sua posizione messa in pericolo da alcuni giovani immigrati albanesi che stanno tentando di togliergli tutto il potere che ha conquistato con gli anni nel commercio di droga. Lo attendono 24 ore terribili in cui Milo deve continuare a sembrare tranquillo festeggiando sua figlia, mentre intanto deve lottare senza esclusione di colpi per non perdere il predominio e, allo stesso tempo, si promette di non tornare a far uso di alcun stupefacente...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La decisione del regista Nicolas Winding Refn di tornare sui propri passi e di realizzare il secondo e il terzo film della trilogia Pusher ha origine dall'insuccesso dei due film Bleeder e Fear X, i quali hanno gettato in una crisi economica il regista proprio mentre Pusher diventava sempre più un cult fra gli appassionati. Il motivo del ritorno a questo mondo però non è solo di natura commerciale, il regista ha voluto esplicitamente esternare le proprie insicurezze e le paure che stava vivendo; in particolare il terzo capitolo è un insieme della violenza straripante del primo capitolo e l'approfondimento psicologico del secondo.
  • Il film, esattamente come gli altri due capitoli, è stato girato in ordine cronologico per far immedesimare ancor di più gli attori nel ruolo.
  • La gente degli incontri dei Tossicodipendenti Anonimi sono veri ex-dipendenti da droghe.
  • L'attore Ilyas Agac (Mohammed) è finito in carcere subito dopo la fine delle riprese; per fargli vedere il film completo Refn ha dovuto portargliene una copia in cella.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pusher 3 (2005) - IMDb
  2. ^ Pusher 3 (2005) - Trivia - IMDb
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema