Ponte Tor Boacciana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte Tor Boacciana
Stato Italia Italia
Città Fiumicino
Coordinate 41°45′14.09″N 12°16′41.38″E / 41.753914°N 12.278162°E41.753914; 12.278162Coordinate: 41°45′14.09″N 12°16′41.38″E / 41.753914°N 12.278162°E41.753914; 12.278162
Mappa di localizzazione: Italia
Tipo ponte a sbalzo
Materiale marmo
Costruzione ...-1950
 

Ponte Tor Boacciana, noto anche come ponte della Scafa, è un ponte che collega via di Tor Boacciana al comune di Fiumicino, a Roma, nel quartiere Lido di Ostia Ponente e nella zona Ostia Antica[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Costruito nel 1950, ponte Tor Boacciana fu inaugurato il 2 dicembre dello stesso anno. Il ponte, che collega i territori comunali di Roma e Fiumicino (ex XIV Circoscrizione) prende nome dalla torre Boacciana, sita nelle vicinanze; è detto anche della Scafa perché anticamente l'unico collegamento con la vicina Isola Sacra era uno zatterone soprannominato Scafa, che, tramite una grossa fune, fungeva da traghetto; il suo traghettatore, celebre nella zona, era detto er Volante. Il toponimo, successivamente, si estese al ponte e a tutta la località.

È il ponte più vicino alla foce del fiume Tevere, nel mar Tirreno; negli ultimi anni è stata prevista la realizzazione di un nuovo ponte della Scafa, posto a circa 80 metri di distanza dall'attuale e lungo circa 285 metri[2].

Il sito fa parte dell'area archeologica di Ostia Antica, e nel corso dei lavori di realizzazione del nuovo ponte sono affiorati nel marzo 2011, imprigionati nell'argilla a circa 4 metri sotto l'attuale piano di campagna, i resti di una nave romana di epoca imperiale, che costituisce, tra l'altro, una ulteriore testimonianza dell'avanzamento della linea di costa di quella parte del litorale nei secoli[3].

Nella cultura popolare il ponte della scafa viene ricordato per i due tuffi spettacolari fatti dagli attori stuntmen tra cui Massimo Vanni nel film Squadra antitruffa.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Logo Metropolitane Italia.svg
 È raggiungibile dalle stazioni: Ostia Antica e Ostia Lido Nord.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rendina, op. cit., 606.
  2. ^ Ponte della Scafa: un fronte antiespropri. URL consultato il 28 settembre 2010. (PDF)
  3. ^ Per la cronaca, si veda l'articolo Ostia Antica, scoperta una nave romana, in Corriere della Sera del 28 aprile 2011.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma