Pomaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pomaia
frazione
Pomaia – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pisa-Stemma.png Pisa
Comune Santa Luce-Stemma.png Santa Luce
Territorio
Coordinate 43°26′02″N 10°33′59″E / 43.433889°N 10.566389°E43.433889; 10.566389 (Pomaia)Coordinate: 43°26′02″N 10°33′59″E / 43.433889°N 10.566389°E43.433889; 10.566389 (Pomaia)
Altitudine 176 m s.l.m.
Abitanti 188[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 56040
Prefisso 050
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti pomaiesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pomaia
Pomaia

Pomaia (già Pomaja) è una frazione del comune di Santa Luce, in provincia di Pisa.[2]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo di Pomaia si trova alle pendici delle Colline Pisane, in Val di Fine, e si sviluppa alla destra del torrente Marmigliaio, che scende dal Monte Vaso,[3] lungo la strada provinciale 13 del Commercio tra Santa Luce e Castellina Marittima.

Pomaia dista poco più di 6 km dal capoluogo comunale e circa 48 km da Pisa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pomaia è ricordata per la prima volta nella bolla di Pasquale II del 1106, nella quale è indicata l'appartenenza dell'antica pieve di Santa Maria a Pomaja all'abbazia di San Salvatore a Moxi, presso Le Due Badie.[3] Il piviere di Pomaja aveva giurisdizione ecclesiastica su un ampio territorio che comprendeva anche le chiese di San Jacopo a Monte Vaso, di San Michele di Guardia nei pressi di Pastina, di San Donato a Doglia e di San Giovanni a Castellina Marittima.[3] Nel 1833 la frazione contava 392 abitanti.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Santo Stefano protomartire, chiesa parrocchiale della frazione, risale al 1781, ereditando la funzione della perduta pieve di Santa Maria.[3] La parrocchia di Pomaia si estende su un territorio che conta circa 500 abitanti.[4]
  • Oratorio di Valdiperga[5]
  • Istituto Lama Tzong Khapa, centro internazionale di studi sul buddhismo tibetano.[6]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia locale è prevalentemente basata sull'agricoltura ed il turismo, sia nazionale che straniero, favorito dall'ottima posizione geografica (collinare ed in vicinanza del mare). Molte attività agrituristiche e di accoglienza sono presenti sul territorio.

Si registra un notevole afflusso di turisti nel mese di aprile, in occasione della sagra paesana, la sagra del baccello.[2] Nel corso dell'anno, da sottolineare la presenza di visitatori durante i numerosi ritiri ed eventi organizzati presso l'istituto buddista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati censimento Istat 2001
  2. ^ a b Eventi e Manifestazioni | Comune di Santa Luce
  3. ^ a b c d e Emanuele Repetti, «Pomaia (Pomaja)», Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana, volume IV, Firenze, Allegrini e Mazzoni, 1841, pp. 501–502.
  4. ^ Parrocchia di Pomaia, sito ufficiale della CEI.
  5. ^ Oratorio di Valdiperga, Le chiese delle Diocesi italiane.
  6. ^ Istituto Lama Tzong Khapa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana