Emanuele Repetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emanuele Repetti

Emanuele Repetti (Carrara, 1776Firenze, 1852) è stato un geografo, storico e naturalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Carrara nel 1776, si formò presso le scuole dei Padri Domenicani e nel 1793 si iscrisse alla facoltà di chimica dell'Università di Roma, entrando a lavorare nella farmacia del professor Vincenzo Garrigos. Iniziò così ad appassionarsi alle scienze della natura. Nel 1801, dopo il matrimonio con Minetta Ghirlanda, tornò a Carrara, ma dovette poco dopo trasferirsi a Firenze in quanto nella sua città natale non ebbe la possibilità di aprire una farmacia. Riuscì nel suo intento a Firenze, dove nel 1813 diventò proprietario di una farmacia. Sempre nel 1813 si sposò per la seconda volta, dopo essere rimasto vedovo, con Giulia Rossi, che gli diede dieci figli.

A Firenze trovò un ambiente tranquillo e adatto ai suoi studi. Nel 1820 pubblicò Cenni sopra l'Alpe Apuana ed i Marmi di Carrara e poco dopo fu la volta della "Relazione di una escursione geologica al Monte Amiata", pubblicata su L'Antologia, Giornale di scienze, lettere e arti.

Fu nel 1830 che Repetti iniziò a pensare alla sua opera più famosa, il Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana, che avrebbe dovuto descrivere la storia naturale e civile di ogni paese della Toscana.

Cominciò così una serie di gite ed escursioni in tutta la regione, in modo da raccogliere il maggior quantitativo di informazioni utili all'impresa; per poter fare ciò, rifiutò addirittura un incarico presso l'Accademia dei Georgofili, di cui era socio dal 1824.

Il Dizionario fu pubblicato a fascicoli tra il 1833 e il 1846, fu in seguito raccolto in cinque grossi volumi ed ebbe una grande diffusione e un notevole successo, tanto che a Repetti furono attribuiti numerosi riconoscimenti ufficiali.

Epigrafe nel chiostro della basilica di San Lorenzo, a Firenze

Morì a Firenze nel 1852; il 24 ottobre le sue spoglie furono tumulate nei sotterranei della Basilica di San Lorenzo, come attestato da una lapide situata nel chiostro della chiesa.

La città di Carrara gli ha dedicato il liceo classico cittadino e altre città tra cui Roma, Firenze, Pisa, Montepulciano e La Spezia gli hanno dedicato delle strade.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Emanuale Repetti, Dizionario geografico fisico storico della Toscana, contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, Ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana, Roma, Multigrafica, 1969., 6v., ristampa anastatica dell'edizione originale, Firenze, A.Tofani, 1833-1845.
  • Emanuele Repetti, Compendio storico della città di Firenze, sua comunità, diocesi e compartimento fino all'anno 1849, Sala bolognese, Forni, 1978., ristampa anastatica.
  • Emanuele Repetti, Compendio storico di Carrara e Massa articoli che fanno parte dell'operetta sull'Alpe Apuana ed i marmi di Carrara, Fiesole, Nella badia fiesolana, 1821.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14898954