Pobjoy R

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pobjoy R
PobjoyR.JPG
Il Pobjoy R esposto presso la Shuttleworth Collection
Descrizione
Costruttore Pobjoy Airmotors & Aircraft, Ltd.
Tipo motore radiale
Numero di cilindri 7
Raffreddamento ad aria
Alimentazione 1 carburatore Claudel Hobson AV.40 A
Distribuzione OHV 2 valvole per cilindro
Dimensioni
Diametro 647,7 mm (25,5 in)
Cilindrata 2,835 L (173,05 in³)
Alesaggio 77 mm (3,03 in)
Corsa 87 mm (3,43 in)
Rapporto di riduzione 0,47:1
Peso
A vuoto 61,2 kg (135 lb)
Prestazioni
Potenza 85 hp (63 kW) a 3 300 giri/min
Consumo specifico 4,9 gal Imp/h
Rapporto peso-potenza 1 hp/1,8 lb
Combustibile avgas 70 ottani
Note
Dati estratti da [1]
voci di motori presenti su Wikipedia
La particolare disassatura dell'asse dell'elica è evidenziata nell'esemplare da turismo di costruzione britannica Comper Swift esposto presso la Shuttleworth Collection, Old Warden, Inghilterra.

Il Pobjoy R era un motore aeronautico radiale 7 cilindri a singola stella raffreddato ad aria, introdotto dall'azienda britannica Pobjoy Airmotors & Aircraft, Ltd.[2] nel 1926.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Pobjoy R è il secondo di una serie di motori radiali per uso aeronautico che avevano una serie di caratteristiche comuni, la ricerca nel contenimento delle dimensioni e la caratteristica uscita del mozzo disassato verso l'alto interposto da un riduttore di velocità.

Introdotto nel 1929 esso occupava la fascia di potenza tra i 75/80 hp e rimase in produzione fino alla sua sostituzione con il più recente Pobjoy Cataract da 85/90 hp.

Descrizione tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il Pobjoy R era un motore radiale a ciclo Otto raffreddato ad aria, dotato di 7 cilindri disposti su una singola fila (detta anche stella). L'alimentazione era affidata ad un carburatore Claudel Hobson AV.40 A mentre la distribuzione era classica, a valvole in testa (OHV) con 2 valvole per cilindro.

Il motore era caratterizzato da un singolare disassamento dell'albero dell'elica a causa della collocazione dell'ingranaggeria del riduttore di velocità con rapporto di trasmissione pari a 0,47:1. Le sue dimensioni, incredibilmente compatte per un motore radiale, ed il suo elevato numero di giri al minuto lo rendevano particolarmente adatto per l'utilizzo nei velivoli leggeri e sperimentali. Tutta la gamma prodotta vantava ottime doti di affidabilità, basso rumore ed elevato contenuto tecnologico.

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania
Francia Francia
bandiera Regno d'Italia
Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pobjoy Type "R" - SPECIFICATION (JPG) in Weak Force Press, http://www.weakforcepress.com. URL consultato il 01-11-2008.
  2. ^ Lumsden 2003, pag. 178.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) T.E. Guttery. The Shuttleworth Collection. London: Wm. Carling & Co, 1969. SBN 901319-01-5
  • (EN) Alec Lumsden. British Piston Engines and their Aircraft. Marlborough, Wiltshire: Airlife Publishing, 2003. ISBN 1-85310-294-6.
  • (EN) The Pobjoy "R" Type Engine in Flight, 5 giugno 1931, pp. 496-8. URL consultato il 28 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione