Pittografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Six glyphs.svg
Sistemi di scrittura
Storia
Grafema
Tipi
Alfabeto
Alfabeto distintivo
Abjad
Abugida
Sillabario
Pittografia
Logografia

La pittografia è una forma di scrittura in cui il segno grafico (detto pittogramma) rappresenta la cosa vista e non la cosa udita (come invece avviene nelle scritture sillabiche, consonantiche ed alfabetiche). In pratica si tenta di riprodurre l'oggetto e non il suono.

Se si disegna un "piede" per indicare la parola "piede", il segno viene definito pittogramma. Se invece si disegna un "piede" per indicare la parola "camminare", allora il segno viene definito ideogramma dal momento che il significato è un concetto che viene definito dal codice e non dal disegno.

Spesso, però, la distinzione tra i due casi non appare così semplice e lineare; pittogrammi e ideogrammi vengono detti anche logogrammi (segni che indicano parole).

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione tra segno e suono avviene presto nella scrittura cuneiforme e in quelle diffuse in Egitto, anche se coesisteranno con i pittogrammi e gli ideogrammi per diverso tempo. Nella scrittura cuneiforme il processo è molto lento e spesso i segni rappresentano sillabe più che singole lettere.

Il passaggio definitivo dalla pittografia alla scrittura moderna segnerà appunto l'associazione del singolo suono al singolo segno grafico.

Pittogrammi usati quotidianamente[modifica | modifica wikitesto]

I pittogrammi sono usati anche oggi, ad esempio nella segnaletica di avvertimento. Eccone alcuni di uso comune:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • *NounProject - Pittogrammi liberi, rilasciati con licenze libere (PD, CC)