Phlebotomus papatasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pappatacio
Phlebotomus pappatasi bloodmeal begin.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Diptera
Sottordine Nematocera
Infraordine Psychodomorpha
Superfamiglia Psychodoidea
Famiglia Psychodidae
Sottofamiglia Phlebotominae
Genere Phlebotomus
Specie P. papatasi
Nomenclatura binomiale
Phlebotomus papatasi
Scopoli, 1786

Il pappatacio (Phlebotomus papatasi Scopoli 1786), detto anche flebotomo, è un insetto molto diffuso nell'area mediterranea. È un dittero nematocero della famiglia degli Psicodidi, simile a una zanzara di piccole dimensioni.

Trasmissione di patologie[modifica | modifica wikitesto]

Febbre da pappataci[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Virus Toscana.

La sua puntura può veicolare un virus, appartenente alla famiglia Bunyaviridae, che causa nell'uomo una malattia chiamata "febbre da flebotomi", "febbre da pappataci", "dengue mediterranea" o "dengue adriatica", malattia non grave i cui sintomi sono: cefalea, brividi, dolore retrorbitale, mialgie, astenia e dolori all'addome.

Leishmaniosi canina[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Leishmaniosi animale.

Più grave è la leishmaniosi canina malattia che può avere esito infausto se non curata in modo adeguato.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Ne L'Italiana in Algeri di Gioachino Rossini la furba protagonista, Isabella, insignisce Mustafà, Bey di Algeri, del titolo onorifico di "pappataci".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi