Peruzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Peruzzi (disambigua).
Stemma della famiglia Peruzzi di Firenze.
Targa con stemma, Piazza dei Peruzzi, Firenze

La famiglia Peruzzi è di origine fiorentina, conosciuta fin dal XII secolo.

Storia familiare[modifica | modifica sorgente]

Sono ricordati da Dante Alighieri nel XVI canto del Paradiso della Divina Commedia, mentre Giotto affrescò la loro cappella privata dentro Santa Croce a Firenze. La loro fama era legata al commercio e alle banche ed erano una delle famiglie più ricche d'Europa.

La loro ricchezza fu notevolmente ridimensionata nell'ottobre del 1343, in seguito al mancato rimborso dei prestiti fatti ad Edoardo III d'Inghilterra.

Coinvolti nella Congiura dei Pazzi, un ramo della famiglia fu costretto a fuggire da Firenze emigrando in varie altre città come Verona o Venezia fino anche a stabilire, con i de Berluc-Pérussis, un ramo anche in Francia. Altro ramo di detta famiglia si stabilì nelle città di Cagli e Mondolfo sul finire del XV secolo. Molti furono i membri che diedero lustro alla famiglia, tra questi può essere ricordato tra tanti Baldassarre Tommaso Peruzzi architetto e costruttore di fama.

I Peruzzi contribuirono al governo della città con 10 gonfalonieri (capi esecutivi) e 54 priori (membri del governo).

Personaggi illustri[modifica | modifica sorgente]

Luoghi e architetture[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Marcello Vannucci, Le grandi famiglie di Firenze, Newton Compton Editori, 2006 ISBN 88-8289-531-9
  • Edwin S. Hunt, The Medieval Super-Companies: A Study of the Peruzzi Company of Florence, Cambridge, Cambridge University Press, 1994 ISBN 0521894158

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze