Passo la Calla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passo la Calla
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Toscana Toscana
Provincia Forlì-Cesena Forlì-Cesena
Arezzo Arezzo
Località collegate Santa Sofia
Pratovecchio Stia
Altitudine 1.296 m s.l.m.
Coordinate 43°51′34.2″N 11°44′33.36″E / 43.8595°N 11.7426°E43.8595; 11.7426Coordinate: 43°51′34.2″N 11°44′33.36″E / 43.8595°N 11.7426°E43.8595; 11.7426
Infrastruttura Strada statale 310 del Bidente
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo la Calla

Il Passo la Calla (o Passo della Calla) è un valico di crinale dell'Appennino tosco-romagnolo, sullo spartiacque fra le valli del Bidente e dell'Arno (Casentino). Situato a 1296 m s.l.m., è il più alto valico stradale dell'appennino tosco-romagnolo. È attraversato dalla strada statale 310 del Bidente che collega le province di Forlì-Cesena e di Arezzo, fra i comuni di Santa Sofia e Pratovecchio Stia.

Il valico stradale fu aperto solo negli anni 30 del XX secolo, anticamente le uniche vie che consentivano di valicare l'Appennino in questa zona erano costituite da mulattiere e stradelli di smacchio al servizio delle foreste di Campigna. Questi stradelli, detti anche "le vie dei legni" servivano per trasportare il pregiato legname in Casentino, dove veniva "fiumato" in direzione di Firenze.

Il passo è anche punto di partenza per escursioni trekking al monte Falterona (1654 m) e monte Falco (1658 m), i maggiori rilievi dell'Appennino romagnolo, ed è punto di partenza-arrivo di una delle più belle escursioni nelle Foreste Casentinesi (Calla-Camaldoli - 10 km di sentiero e piste forestali quasi interamente su crinale, percorribile sia a piedi che in mountain bike, transitando per Poggio Scali (1520 m) e in fregio alla riserva integrale di Sasso Fratino).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]