Ovibos moschatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ovibos)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bue muschiato
Ovibos moschatus stehend.jpg
Ovibos moschatus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Bovidae
Sottofamiglia Caprinae
Genere Ovibos
Specie O. moschatus
Nomenclatura binomiale
Ovibos moschatus
Zimmermann, 1780
Areale

Muskox.png

Il bue muschiato (Ovibos moschatus, Zimmermann 1780) è un mammifero artico appartenente alla famiglia Bovidae, noto per il suo folto manto che arriva quasi a terra e il caratteristico odore di muschio. Appartiene alla sottofamiglia Caprinae e pertanto è più imparentato con la capra domestica (Capra hircus) che non con il bue (Bos taurus).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In entrambi i sessi sono presenti lunghe corna curve. L'altezza al garrese è di circa 1 m, la lunghezza di 2 m. I buoi muschiati hanno un manto il cui colore varia tra il bruno, il grigio e il giallastro. Possono vivere fino a 20 anni. L'esemplare adulto è alto 1,4 m, lungo circa 2,5 m e può pesare dai 200 ai 400 kg.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'estate, i buoi muschiati vivono in aree umide, soprattutto valli in cui scorrono dei fiumi. In inverno si spingono a quote più elevate al fine di evitare la neve più profonda. Si nutrono di erba, radici, carici e di altre piante terricole, scavando nella neve alla ricerca di cibo.

Si tratta di animali sociali, famosi per la tipica disposizione circolare che assumono quando si sentono minacciati. I branchi sono composti solitamente da 10-20 individui, sebbene in certi casi si possa arrivare fino a 100 capi. Durante l'inverno, i branchi sono formati da adulti di entrambi i sessi e da esemplari giovani. Nella stagione degli amori (intorno alla metà di agosto), i maschi ingaggiano combattimenti: l'esemplare dominante finirà poi con l'allontanare gli altri maschi adulti del gruppo.

Le femmine raggiungono la maturità sessuale a 2 anni di età, i maschi a 5. Il periodo di gestazione dura 8-9 mesi. In quasi tutti i casi nascerà un solo piccolo, che viene allattato per un anno, anche se può cominciare a mangiare erba una settimana dopo la nascita.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

I buoi muschiati vivono nelle zone artiche del Canada, della Groenlandia e dell'Alaska. La popolazione originaria dell'Alaska si estinse tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX ma i buoi muschiati vi furono poi subito reintrodotti. La specie è stata inoltre introdotta nel Nord Europa (nelle montagne fra Norvegia e Svezia) e in Russia. In passato il bue muschiato rischiò di estinguersi: tuttavia, le misure protettive hanno permesso di salvare la specie. Attualmente, la popolazione complessiva è in aumento (soprattutto nelle zone in cui il bue muschiato è stato recentemente introdotto) ed è stimata tra i 65.000 e gli 85.000 capi.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Il bue muschiato è l'ultimo rappresentante di un gruppo di caprini noti come Ovibovini, che si svilupparono nel corso del Miocene superiore (circa 12 - 8 milioni di anni fa) in Eurasia. Tra le prime forme vi fu Mesembriacerus, che, nonostante le dimensioni minori, aveva già acquisito una morfologia robusta. Tra le altre forme mioceniche vi furono i bizzarri Criotherium, Plesiaddax e Urmiatherium. Nel Pliocene e nel Pleistocene il gruppo si diffuse anche in Nordamerica con forme come Euceratherium, mentre il più probabile antenato del bue muschiato è Praeovibos. L'asiatico takin (Budorcas taxicolor) è a volte considerato uno stretto parente del bue muschiato, ma alcune analisi del DNA mitocondriale sembrerebbero dimostrare che le somiglianze tra i due animali siano frutto di convergenza evolutiva.

Galleria di immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi