Canis lupus arctos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lupo artico
Arctic Wolf in Montebello, Québec, Canada.jpg
Canis lupus arctos
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Canidae
Genere Canis
Specie C. lupus
Sottospecie C. l. arctos
Nomenclatura trinomiale
Canis lupus arctos
Pocock, 1935
Areale

Arcticwolf distribution.gif

Il lupo artico (Canis lupus arctos), noto anche come lupo polare o lupo bianco, è un mammifero della famiglia dei Canidi e una sottospecie di lupo grigio. Il lupo artico vive nell'Artico canadese e nelle regioni settentrionali della Groenlandia.

I lupi artici sono generalmente più piccoli dei lupi grigi, avendo all'incirca una lunghezza che si aggira tra gli 1,5 e gli 1,8 m compresa la coda; i maschi sono più grandi delle femmine. La loro altezza al garrese varia tra i 63/79 cm; i lupi artici sono più robusti dei lupi grigi e spesso pesano più di 45 kg. I lupi artici hanno solitamente orecchie piccole, il che li aiuta a trattenere il calore corporeo. La loro aspettativa di vita si aggira generalmente tra 7-10 anni.

Caccia[modifica | modifica sorgente]

I lupi artici, come tutti i lupi, cacciano in branco; predano soprattutto buoi muschiati, ma uccidono anche un gran numero di lepri artiche e di lemming, così come altri animali più piccoli. Una loro preda comune è costituita anche dagli alci; le loro lunghe zampe rendono questi animali più lenti, che, nella neve soffice, possono anche rimanere intrappolati, divenendo quindi vulnerabili agli attacchi dei branchi di lupi. A causa della scarsità delle piante da pascolo, questi animali sono costretti a vagare su aree vaste anche più di 2600 km² per trovare le prede e seguono i caribù in migrazione verso sud durante l'inverno. Un recente filmato di un documentario della BBC mostra che i lupi artici cacciano anche anatre[1].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Vedi anche: Fisiologia riproduttiva e ciclo vitale del lupo grigio

Normalmente, solamente il maschio e la femmina alfa possono accoppiarsi, ma nei grandi branchi possono farlo anche altri esemplari. A causa del suolo di permafrost dell'Artico e della difficoltà di scavarvi delle tane, i lupi artici usano spesso affioramenti rocciosi, caverne od ogni depressione poco profonda come tane; la madre dà alla luce da due a tre cuccioli tra la fine di maggio e gli inizi di giugno, circa un mese più tardi dei lupi grigi. Si ritiene generalmente che il numero di cuccioli inferiore rispetto alla media di 4 o 5 dei lupi grigi sia dovuto alla scarsità di prede dell'Artico. Essi nascono dopo circa 63 giorni. I lupacchiotti rimangono con la loro madre per 2 anni.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il lupo artico ed il lupo dei boschi sono le uniche sottospecie di lupo grigio che si possono ancora trovare in tutto il loro areale originario; ciò è dovuto al fatto che nel loro habitat naturale si incontrano degli uomini solo molto raramente.

Un branco di lupi artici allo zoo di Toronto.

Il White Wolf Sanctuary è un rifugio per i lupi artici situato a Tidewater, nell'Oregon. La popolazione media dei lupi del santuario è di 8-10 esemplari ogni 40 acri e tra questi animali vi sono anche alcuni individui feriti, malati o abbandonati che sono stati salvati.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rebecca Morelle, Elusive wolves caught on camera, BBC, 31 gennaio 2009. URL consultato il 31 gennaio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi