Ossalato ferroso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ossalato ferroso
Ossalato di ferro in polvere
Nome IUPAC
diossalato di ferro
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare FeC2O4
Peso formula (u) 143,91
Aspetto solido giallo
Numero CAS [516-03-0]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua insolubile
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 302 - 312
Consigli P 280 [1]

L'ossalato ferroso è il sale di ferro (II) dell'acido ossalico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido o una polvere gialla insolubile in acqua.

Una piccola quantità di ossalato ferroso può essere prodotta in laboratorio facendo reagire dell'ossalato di sodio con solfato ferroso. La reazione produce ossalato ferroso e solfato di sodio, ed è la seguente:

Na2C2O4 + FeSO4 ---> FeC2O4 + Na2SO4

L'ossalato di ferro ottenuto può essere separato dal solfato di sodio e dall'acqua sfruttando la sua insolubilità, cioè filtrandolo e lavandolo più volte con acqua.

L'ossalato ferroso è usato anche come rivelatore fotografico, tuttavia la sua azione tende a diminuire la sensibilità nominale delle pellicole, per cui il suo utilizzo potrebbe essere limitato al caso in cui si debba sviluppare una pellicola sovraesposta per errore.

Struttura cristallina[modifica | modifica wikitesto]

Quando idrato, l'ossalato ferroso forma delle catene polimeriche in cui gli ioni di ferro, coordinati da due molecole di acqua, fanno da ponte tra due ioni ossalato[2].

Fe(C2O4)(H2O)2-chain-from-xtal-2008-CM-3D-balls.png

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 28.10.2014, riferita al diidrato
  2. ^ Takuya Echigo e Mitsuyoshi Kimata, Single-crystal X-ray diffraction and spectroscopic studies on humboldtine and lindbergite: weak Jahn–Teller effect of Fe2+ ion in Physics and Chemistry of Minerals, vol. 35, 2008, pp. 467–475, DOI:10.1007/s00269-008-0241-7.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia