Oh Eun-Sun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oh Eun-Sun soprannominata Miss Oh (5 marzo 1966) è un'alpinista sudcoreana.

È stata la prima donna ad aver scalato tutte le quattordici vette sopra gli ottomila metri, sebbene l'impresa sia registrata nella classifiche ufficiali come "disputed" (contestata). L'obiettivo è stato raggiunto il 27 aprile 2010 quando, alle 15 ora locale, l'alpinista ha toccato la vetta dell'Annapurna.[1]

Almeno due vette, l'Everest e il k2, sono state raggiunte con l'uso di ossigeno supplementare. Una scalata, quella al Kanghenjunga del 2009, le viene contestata: non ci sarebbe prove fotografiche del raggiungimento della vetta.

Numerose delle sue scalate hanno suscitato pesanti critiche, poiché effettuate in parte con l'aiuto di ossigeno supplementare[2], in parte con l'aiuto di elicotteri per lo spostamento tra i vari campi base per ottimizzare i tempi, e spesso con l'utilizzo di grandi team impegnati nel portare le attrezzature, preparare i campi base e i percorsi prima del suo passaggio.[3][4]

Il mese successivo anche la basca Edurne Pasaban ha raggiunto la propria quattordicesima cima, senza contestazioni.[3][5]

Ottomila[modifica | modifica sorgente]

Seven summits[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Montagna.tv Annapurna, storica cima: Miss Oh prima donna a salire i 14 ottomila.
  2. ^ Giuseppe Pompili Testimonianza oculare della modalità di salita del Nanga Parbat
  3. ^ a b PlanetMountain, On Eun-Sun in vetta al Gasherbrum I
  4. ^ MontagnaTV Video intervista a Edurne Passaba con critiche sulle spedizioni coreane
  5. ^ Mounteverest.com Informazioni su Oh Eun-Sun
  6. ^ Korea Times (ed: 12-03-2009, in lingua inglese)
  7. ^ La signora Hawley mostra dubbi (in lingua inglese)