Non smettere di sognare (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Non smettere di sognare
Non smettere di sognare.png
Paese Italia
Anno 2011
Formato serie TV
Genere commedia, musicale
Stagioni 1
Episodi 8
Durata 110 min circa (episodio)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio Dolby Sorround
Crediti
Regia Roberto Burchielli
Soggetto Francesco Balletta, Fabrizio Bettelli
Sceneggiatura Luca Biglione, Barbara Cappi, Grazia Giardiello
Interpreti e personaggi
Fotografia Gigi Martinucci
Montaggio Paolo Bettini, Pierpaolo Lacci, Elvis Millesi, Alessandro Paseri
Musiche Fabrizio Lamberti
Scenografia Roberto Bassanini
Costumi Roberta Beolchini
Produttore Anna Stoppoloni
Produttore esecutivo Fabrizio Dacomi, Osvaldo Dal Monte
Casa di produzione R.T.I.
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 16 marzo 2011
Al 4 maggio 2011
Rete televisiva Canale 5
Opere audiovisive correlate
Originaria Non smettere di sognare

Non smettere di sognare è una serie televisiva italiana, trasmessa nel 2011 su Canale 5.

La fiction può essere definita come il sequel in versione seriale dell'omonimo film per la televisione. Tra i principali interpreti figurano Katy Saunders, Roberto Farnesi e Giuliana De Sio. Tra le caratteristiche della serie c'è la presenza di numerosi ex concorrenti di talent show.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Non smettere di sognare racconta la storia di Giorgia, del suo sogno d'amore e di quello del ballo. Giorgia ha 22 anni, vive con la madre che fa la portinaia e con il fratello più piccolo Matteo. Lei era molto legata al padre, che però non vede da anni perché lui ha abbandonato la famiglia per un'altra donna e per il bambino che quest'ultima aspettava, tanto che non sa nemmeno dell'esistenza di Matteo. Giorgia lavora come donna delle pulizie nello studio della trasmissione televisiva Non smettere di sognare, ma quando può si allena a ballare danza classica nella palestra della sua amica Bianca. Un giorno conosce Lorenzo, protagonista maschile del film e di questa serie. Lui è appena stato lasciato dall'ormai famosa Stella, che vive a Parigi. I due si innamorano e iniziano a vivere anche una storia d'amore. Ma le loro diversità e le tante peripezie li spingono a volte ad allontanarsi, come l'incidente di Stella in Francia, per cui lui deve correre a soccorrere l'ex moglie che deve essere operata d'urgenza, ma ad unirli c'è comunque Patti, bambina che dopo aver partecipato al programma Non smettere di sognare per la prima puntata sperando che la mamma la veda e la raggiunga, cede il posto nel programma a Giorgia, perché la mamma Teresa ha raggiunto la figlia.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 8 2011

Merchandise e colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

In concomitanza della messa in onda della serie è stato pubblicato il libro Non smettere di sognare. Il diario di Giorgia edito da Sperling & Kupfer.[1]

Oltre alla musica originale composta per la serie, già dal primo episodio vengono utilizzati brani di Avril Lavigne (ricantata), Rihanna, Paola & Chiara, Justin Bieber e Black Eyed Peas.

Dal 19 marzo 2011 sarà pubblicato il CD Non smettere di sognare - La colonna sonora, distribuito da Universal Music Italia, contenente tutte le tracce musicali originali e quelle reinterpretate da Lidia Schillaci, Jacopo Sarno, Francesco Ciapica, Fabrizio Lamberti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. C'è una favola per te (K.Saunders, L. Schillaci, J. Sarno, S. Vinci, M. Ciabatti, F. Ciapica, M. Tortorici, J. De Pascale)
  2. Ti vorrei amare (L. Schillaci)
  3. You and I (F. Ciapica)
  4. Beautiful (L. Schillaci)
  5. Insieme non c'è fine (L. Schillaci e J. Sarno)
  6. Il mio riflesso (L. Schillaci e Tormento)
  7. Il nostro amore (L. Schillaci)
  8. If You Wish to Dream (L. Schillaci)
  9. First Time Again (F. Ciapica)
  10. A modo mio (L. Schillaci, L. Messerklinger e J. Sarno)
  11. Come se fosse amore (L.a Schillaci)
  12. Fontana maggiore (F. Lamberti)
  13. If you got a lover (L. Schillaci)
  14. Romantico 3 (F. Lamberti)
  15. Quando sei lassù (L. Schillaci)
  16. Il nostro amore (L. Schillaci)
  17. Girlfriend (L. Schillaci)
  18. Just (L. Schillaci)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella serie Alessandra Mastronardi non figura tra gli interpreti, ed al suo posto è stata chiamata Katy Louise Saunders. Durante le prime puntate, però, Stella viene spesso ricordata in vari flashback. Mentre nella seconda puntata, in una scena, si vede di spalle su una sedia a rotelle con la sorella Anna. Precedentemente, infatti, si scopre che ha subito un terribile incidente e potrebbe rimanere paralizzata. Lorenzo così, essendo suo marito, l'accompagna in una clinica di Boston per farla operare.
  • Appare anche Pamela Prati nel ruolo di Delia, la madre di Massi, uno dei protagonisti secondari e fidanzato di Bianca.
  • Le controfigure di Giorgia (Katy Saunders) sono Francesca Mottola, acrobata, e Alessandra Cito, ballerina.
  • Sembra che il personaggio di Giuliana De Sio sia ispirato a Miranda Priestly de Il diavolo veste Prada; oltre ad avere lo stesso nome hanno lo stesso carattere ed entrambe hanno la scena dell'entrata in ufficio dove fanno agitare tutti.
  • Le coreografie della fiction sono state interamente realizzate dalla coreografa Nadia Scherani, con la collaborazione della sua assistente Monica Vallini.

Del corpo di ballo di ballerini e ginnasti professionisti, che ha dato vita ad ogni singola coreografia, fanno parte: Maria Agatiello, Emily Angelillo, Marta Belloni, Giorgia Cafiero, Alessandra Cito, Kacyo Di Mauro, Leonardo Fumarola, Stella Gelardi, Marco Miglia, Francesca Mottola, Federica Nicolò, Linda Rocco, Maria Silvia Roli, Rachele Tarantino, Donata Torricelli, Monica Vallini, Romina Zadi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non smettere di sognare. Il diario di Giorgia, Libreria Universitaria. URL consultato il 17 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione