Emanuele Bosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emanuele Bosi (Roma, 15 aprile 1985) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanissimo inizia a recitare a Roma, sua città natale, nelle compagnie teatrali. Conseguita la maturità, studia recitazione con Beatrice Bracco e Michael Margotta.

Dopo aver recitato vari anni in teatro, nel 2007 appare per la prima volta in televisione come coprotagonista, nel ruolo di Renato Musso, nel serial tv di Rai Uno, Incantesimo 9. Nello stesso anno è coprotagonista di alcune fiction televisive, tra cui Questa è la mia terra - Vent'anni dopo (2008), regia di Raffaele Mertes, in cui ha il ruolo di Pietro De Santis, figlio dei protagonisti che hanno il volto di Kasia Smutniak e Roberto Farnesi, invecchiati per l'occasione.

Alla fine del 2007 gira il suo primo film per il grande schermo, La casa sulle nuvole, diretto da Claudio Giovannesi, nelle sale nel 2009, in cui è protagonista, nel ruolo di Lorenzo Raggi, insieme ad Adriano Giannini.

Il 19 ottobre 2008 ritorna su Rai Uno con il film tv, ambientato in Thailandia, Ovunque tu sia regia di Ambrogio Lo Giudice, in cui ha il ruolo di Marco. Successivamente appare su SKY Cinema nella serie tv Romanzo criminale - La serie, diretta da Stefano Sollima, in cui interpreta un piccolo ruolo.

Nel 2009, è protagonista, insieme a Mary Petruolo, del film Questo piccolo grande amore, regia di Riccardo Donna, ispirato all'omonimo concept album di Claudio Baglioni del 1972.

Nel 2010 è ancora sul grande schermo con i film La vita è una cosa meravigliosa, diretto da Carlo Vanzina, e Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani, in cui è protagonista insieme a Michela Quattrociocche e Agnese Claisse. Nello stesso anno gira il videoclip della canzone L'applauso del cielo del gruppo italiano dei Lost che fa parte della colonna sonora del film Una canzone per te.

Nel 2011 è uno dei protagonisti della fiction televisiva Non smettere di sognare, in onda su Canale 5, interpretando il ruolo del cantante Simone Belfiglio. Nello stesso anno Umberto Marino lo sceglie per interpretare Dino, un ragazzo diversamente abile, nella miniserie tv Sposami, in onda nel 2012 su Rai Uno.

Successivamente gira quattro fiction, sempre targate Rai Uno: Rosso San Valentino, di Fabrizio Costa, Trilussa - Storia d'amore e di poesia, di Lodovico Gasparini, Il restauratore, di Enrico Oldoini, e Gli anni spezzati - Il commissario, di Graziano Diana.

Nel 2013 lavora nuovamente con Mary Petruolo in un'altra miniserie di Rai Uno, Madre, aiutami, con Virna Lisi, diretta dal regista Gianni Lepre, in onda nel gennaio del 2014

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Agis Scuola Nazionale - Festival La Primavera del Cinema Italiano (2009)[1]
  • Young Talent Award 2009 - Ritirato al Giffoni Film Festival

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Agis Scuola Nazionale. URL consultato il 30-05-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]