Nadia Urbinati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nadia Urbinati (Rimini, 26 gennaio 1955) è un'accademica, politologa e giornalista italiana naturalizzata statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Titolare della cattedra di Scienze Politiche alla Columbia University di New York[1], come ricercatrice si occupa del pensiero democratico e liberale contemporaneo e delle teorie della sovranità e della rappresentanza politica[2], è membro nel Comitato Scientifico dell’Associazione Reset[1].

Come autrice ha pubblicato saggi sul liberalismo, su John Stuart Mill, su individualismo, sui fondamenti della democrazia rappresentativa, su Carlo Rosselli.

Collabora con i quotidiani L'Unità, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano e con Il sole 24 ore. Negli Stati Uniti è stata condirettrice della rivista Constellations[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nadia Urbinati, Individualismo democratico. Emerson, Dewey e la cultura politica americana, collana: Saggi.Scienza e filosofia, Donzelli, 1997, ISBN 88-7989-319-X.
  • Nadia Urbinati, L'ethos della democrazia. Mill e la libertà degli antichi e dei moderni, collana: Biblioteca di cultura moderna, Laterza, 2006, ISBN 88-420-7093-9.
  • Nadia Urbinati, Representative Democracy: Principles and Genealogy, University of Chicago Press, 2006, ISBN 978-0-226-84279-0.
  • Nadia Urbinati, Ai confini della democrazia. Opportunità e rischi dell'universalismo democratico, collana: Saggine, Donzelli, 2007, ISBN 88-6036-193-1.
  • Nadia Urbinati, Lo scettro senza il re. Partecipazione e rappresentanza nelle democrazie moderne, collana: Saggine, Donzelli, 2009, ISBN 978-88-6036-356-5.
  • Nadia Urbinati, Individualismo democratico. Emerson, Dewey e la cultura politica americana, collana: Virgolette, Donzelli, 2009, ISBN 978-88-6036-314-5.
  • Nadia Urbinati, Democrazia rappresentativa. Sovranità e controllo dei poteri, collana: Saggi.Storia e scienze sociali, Donzelli, 2010, ISBN 978-88-6036-478-4.
  • Nadia Urbinati, Liberi e uguali. Contro l'ideologia individualista, collana: Anticorpi, Laterza, 2011, ISBN 88-420-9540-0.
  • Nadia Urbinati e marco Marzano, Missione impossibile. La riconquista cattolica della sfera pubblica, Bologna, Il Mulino, 2013. ISBN 978-88-15-24649-3.

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Norberto Bobbio, L’essenziale di ‘Destra e sinistra’, a cura di Nadia Urbinati, Donzelli, 1991.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2009 riceve The Lenfest Distinguished Columbia Faculty Award.
  • Nel 2004 riceve il David and Elaine Spitz Prize della Conference for the Study of Political Thought per to il volume, Mill on Democracy: From the Athenian Polis to Representative Government (Chicago 2002) come migliore monografia sul liberismo democratico pubblicato nel 2002.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Attraverso la sua attività accademica e le sue pubblicazioni ha dato un significativo contributo all'approfondimento del pensiero democratico e alla promozione di scritti di tradizione liberale e democratica italiana all'estero»
— 26 febbraio 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica Italiana.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Profilo di Nadia Urbinati
  2. ^ (PDF)Fondazione Ermanno Gorrieri per gli studi sociali
  3. ^ Constellationsjournal.org. URL consultato il 03-10-2009.
  4. ^ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana URBINATI Prof.ssa Nadia, quirinale.it. URL consultato il 2 ottobre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 113895008 LCCN: n82234276