NSU Spider

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NSU Spider
NSU Wankel Spider.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  NSU Motorenwerke AG
Tipo principale Spyder
Produzione dal 1964 al 1967
Esemplari prodotti 2.375
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.580 mm
Larghezza 1.520 mm
Altezza 1.260 mm
Passo 2.020 mm
Massa 700 kg
Altro
Stile Franco Scaglione
per Bertone
Stessa famiglia NSU Prinz Sport
Auto simili BMW 700 Cabriolet
Fiat 850 Spider
MHV NSU Wankel-Spider 02.jpg

La NSU Spider è una piccola automobile sportiva cabriolet, dotata di motore Wankel, costruita dalla casa di Neckarsulm dal 1964 al 1967.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Visti i soddisfacenti risultati ottenuti nella prima sperimentazione dei motori rotativi, realizzati con la diretta partecipazione dell'inventore Felix Wankel, nel 1959 avvenne la presentazione ufficiale alla stampa del motore rotativo e l'annuncio dell'intenzione di costruire motori Wankel NSU, in collaborazione con l'azienda aeronautica statunitense Curtiss-Wright.

Nel 1960 la NSU decise di utilizzare questo tipo di propulsore per equipaggiare la propria neonata produzione automobilistica ed iniziò una lunga fase di sperimentazione e sviluppo montando sette tipi di motore rotativo su altrettanti corpi vettura "Prinz".

Nel 1962, la scelta cadde sul tipo monorotore da 500 cm³ che venne utilizzato per equipaggiare un prototipo di spider, derivato dalla "Prinz Sport" ed appositamente realizzato dalla Bertone.

La vettura[modifica | modifica sorgente]

La versione definitiva della NSU Spider fu presentata al Salone dell'automobile di Francoforte del 1964, sollevando la generale attenzione della stampa specializzata internazionale.

Caratterizzata da una carrozzeria sobriamente sportiva e con qualche concessione allo stile statunitense, di gran moda all'epoca, la nuova NSU si presentava come una cabriolet due posti elegante e funzionale, dotata di vano bagagli anteriore e posteriore, oltre a quello posizionato nell'abitacolo alle spalle dei sedili.

Pur ricalcando lo schema tecnico del modello coupé, la piccola spider includeva il valore aggiunto dell'innovativo motore che, con i suoi 50 CV gravati da un peso contenuto, conferiva alla vettura prestazioni di tutto rispetto, paragonabili a modelli concorrenti di cilindrata ben maggiore.

Il propulsore Wankel della NSU Spider

Si pensi che la vettura supera, con la capote chiusa, i 150 km/h di velocità massima e riesce ad accelerare 0 a 100 km/h in 15,7 secondi, a fronte di un consumo decisamente parco.

Oltre alle prestazioni, l'adozione dei dischi anteriori, la raffinatezza degli interni, l'elegante sagoma realizzata dalla Bertone ed il prezzo non esorbitante, facevano presumere un buon successo produttivo che, tuttavia, non si avverò.

Per cercare di dare impulso alle scarse vendite, la NSU decise di ridurre il prezzo della vettura a 7.000 DM, dagli iniziali 8.500 DM. In Italia l'importazione della NSU Spider iniziò nel 1966 al ragionevole prezzo di L. 1.415.000 su strada, ottenendo ancora minor fortuna.

Il principale ostacolo alla diffusione di questa automobile consistette nel suo principale motivo d'interesse: il nuovo motore Wankel.

Per quanto rassicurati dalla pubblicità e confortati dai pareri della stampa specializzata, i possibili acquirenti rimasero dubbiosi circa la non ancora verificata robustezza del propulsore e, soprattutto, comprensibilmente scettici sulla reale facilità di effettuare le normali operazioni di manutenzione e riparazione.

La produzione venne conclusa nel 1967, dopo 2.375 esemplari costruiti, molti dei quali permangono in ottima efficienza, nei garage di affezionati collezionisti, a tardiva conferma della qualità costruttiva.

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche tecniche - NSU Spider del 1966
NSU Spider - Flickr - KlausNahr.jpg
Configurazione
Carrozzeria: Spyder Posizione motore: posteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 3.580 × 1.520 × 1.260 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2.020 mm Carreggiate: anteriore 1.246 - posteriore 1.227 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 2 Bagagliaio: Serbatoio: 35 l
Masse a vuoto: 700 kg / in ordine di marcia: 950 kg
Meccanica
Tipo motore: Wankel monorotore a 4T con scambiatore di calore aria-olio e raffreddato ad acqua con circolazione forzata Cilindrata: 498 cm³
Prestazioni motore Potenza: 50 CV a 6.000 giri/min / Coppia: 7,2 mkg a 2.500 giri/min
Frizione: Monodisco a secco a comando idraulico Cambio: A 4 rapporti + RM, tutti sincronizzati
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, trapezi, molle elicoidali, barra stabilizzatrice e ammortizzatori idraulici telescopici coassiali / posteriori: a ruote indipendenti, bracci triangolari oscillanti, molle elicoidali e ammortizzatori idraulici telescopici coassiali
Freni anteriori: a disco / posteriori: a tamburo, con comando idraulico. Freno a mano sulle posteriori
Pneumatici 5.00 x 12
Prestazioni dichiarate
Velocità: 153 km/h Accelerazione: sul km da fermo, 36,81
Consumi a 80 km/h: 5,9 - a 120 km/h: 8,8 - urbano: 8,5 lt/100 km

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili