Mustela strigidorsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Donnola dalle strisce nere
Mustela strigidorsa.gif
Mustela strigidorsa
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Mustelidae
Genere Mustela
Specie M. strigidorsa
Nomenclatura binomiale
Mustela strigidorsa
Gray, 1853

La donnola dalle strisce nere (Mustela strigidorsa) è uno dei mammiferi più enigmatici della regione orientale nord-orientale, anche se è diffusa dal Nepal, attraverso l'India nord-orientale e la Cina meridionale, al Vietnam, spingendosi a sud fino al Laos centrale, ad altitudini tra i 1000 e i 2500 m[2][3][4].

Si distingue da tutte le altre specie di Mustela per la presenza di una stretta striscia dorsale argentata che va dall'occipite fino quasi alla radice della coda e di una corrispondente striscia ventrale giallastra dal petto fino all'addome.

La colorazione corporea generale della superficie dorsale varia dal bruno cioccolato pallido a quello intenso, talvolta un poco più pallido sulla testa e solitamente leggermente più scuro lungo i lati della striscia dorsale. La coda e gli arti sono simili nel colore alla superficie corporea dorsale. Il labbro superiore fino al rinario, il mento e la gola fino al livello delle orecchie sono pallidi, variando dal biancastro all'ocra. Sulla parte posteriore della gola e su quella anteriore del petto il colore pallido si restringe gradualmente di estensione e tra le zampe anteriori è ristretto quasi ad una striscia che si allaccia alla striscia ventrale, che si allarga nella regione inguinale tra le cosce.

Le piante dei piedi sono glabre. La coda è piccola nelle dimensioni, essendo lunga tra un terzo e la metà della lunghezza della testa e del corpo, e folta. La lunghezza della testa e del corpo di una femmina proveniente dal Laos si aggirava sui 285 mm, mentre la lunghezza della coda era di 152 mm.

Conosciamo molto poco sul suo comportamento e sulla sua biologia. Finora sono stati esaminati scientificamente solo otto animali di questa specie: tre provenienti dal Sikkim e gli altri cinque dal Nepal, dal Laos, dal Myanmar, dal Tenasserim e dalla Thailandia[5]. Alcuni avvistamenti recenti non sono stati registrati. Sulle colline Naga un esemplare è stato visto inseguire un grosso ratto bandicoot[4]. L'esemplare proveniente dal Myanmar venne trovato in una folta giungla collinare[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Mustela strigidorsa in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Choudhury, A. U. 1997a. Checklist of the mammals of Assam. Revised 2nd edn. Gibbon Books & ASTEC, Guwahati
  3. ^ Datta, Aprajita. (1999). SMALL CARNIVORES IN TWO PROTECTED AREAS OF ARUNACHAL PRADESH. Journal of Bombay Natural History Society. 96: 399-404
  4. ^ a b c Pocock, R. I., 1941. The Fauna of British India, including Ceylon and Burma. Mammalia Vol. II. Carnivora (suborders Aeluroidae (part) and Arctoidae). Taylor & Francis, Ltd., London, United Kingdom. 503 pp
  5. ^ KRUSKA, D. (1990): Mustelids. In: Grzimek's Encyclopedia of Mammals. Vol. 3. Ed. by S. P. Parker. MacGraw-Hill, New York. Pp. 388 – 447

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi