Merlucciidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Merlucciidae
Paulhake.jpg
Merluccius merluccius
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Gadiformes
Famiglia Merlucciidae

I Merlucciidae sono una famiglia di pesci ossei appartenenti all'ordine Gadiformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci hanno una distribuzione di tipo bipolare, sono presenti alle alte e medie latitudini mentre sono assenti, rari o limitati alle zone abissali nelle aree tropicali.

Nel mar Mediterraneo è presente una sola specie il Merluccius merluccius o nasello.

Di solito popolano i piani circalitorale e batiale, ma alcune specie sono abissali.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Abbastanza simili ai Gadidae, se ne differenziano per l'assenza di barbiglio sul mento, per avere costantemente una sola pinna anale e due dorsali (eccetto che nel genere Lyconodes) di cui la prima corta e la seconda simile alla pinna anale, per la bocca grande armata di denti robusti, per la mandibola sporgente. Le scaglie sono piccole e cadono con facilità. Le pinne anale e seconda dorsale hanno un lobo nella parte posteriore. La pinna caudale è tronca (in alcune specie è fusa con la pinna anale e con la seconda dorsale come negli anguilliformi). Le pinne ventrali sono inserite molto in avanti. Sulla testa è presente una cresta ossea a forma di V.

Sono pesci abbastanza grandi, alcune specie di Merluccius e Macruronus possono raggiungere e superare i 150 cm di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di specie da demersali a bentoniche. Molte specie sono gregarie.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Sono tutti predatori. I Merluccius sono molto voraci.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Numerose specie come Merluccius merluccius, Merluccius gayi e Merluccius hubbsi hanno un elevatissimo interesse per la pesca professionale e si trovano molto di frequente sui mercati congelati o lavorati in vario modo compreso il surimi.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci