Mathilde Wesendonck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mathilde Wesendonck (1850)

Mathilde Wesendonck (Elberfelg, 23 dicembre 1828Traunblick, 31 agosto 1902) è stata una poetessa tedesca, nota soprattutto per la sua appassionata amicizia con Richard Wagner.

Sposò il commerciante Otto Wesendock, anche lui grande ammiratore di Wagner, e difatti dopo averlo conosciuto a Zurigo nel 1852, mise a disposizione del grande compositore un suo cottage sul lago.

Nel 1857 Wagner si infatuò di Mathilde e anche se non si sa con precisione se la passione nobile fosse reciproca, fu più che sufficiente per ispirare opere fondamentali come quella di Tristano e Isotta.

La villa di Otto e Mathilde Wesendonck a Zurigo (1857).

L'anno seguente, la moglie di Wagner, intercettò una lettera spedita a Mathilde, e a causa di questa storia, Wagner abbandonò Zurigo, trasferendosi a Venezia.

Mathilde si distinse per la scrittura dei versi delle Fünf Gedichte, di cui Wagner realizzò la musica, che sono costituite da : Der Engel, Stehe Still, Schmerzen, Im Treibhaus, Träume.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, pag.691

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • W.Golter, R.Wagner an M.Wesendonk Tagebuchblätter und Briefe, Berlino, 1904

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66487262 LCCN: n83188372