Magnoliaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Magnoliaceae
Magnolia kobus borealis1.jpg
fiore di Magnolia kobus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Magnoliidae
Ordine Magnoliales
Famiglia Magnoliaceae
Generi

Le Magnoliacee (Magnoliaceae Juss.) sono una famiglia di piante appartenente all'ordine Magnoliales che comprende circa 230 specie di dicotiledoni suddivise in 7 generi, arboree o arbustive a fogliame deciduo o perenne, che mostrano numerosi caratteri primitivi, tanto che per molti anni si è ritenuto erroneamente, che le Magnoliacee fossero state le prime Angiosperme apparse sulla terra (il fossile più antico di questa famiglia risale a 95 milioni di anni fa).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le Magnoliaceae comparse sulla terra già nell'era secondaria, nel periodo terziario costituivano un importante elemento della flora del clima caldo-umido europeo, successivamente nel Quaternario i cambiamenti climatici ne hanno determinato il drastico ridimensionamento.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La distribuzione relitta nell'emisfero boreale, va dalle regioni calde a quelle temperate.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

La famiglia si divide in due sottofamiglie (o tribù):

Nota. I generi Alcimandra, Aromadendron, Dugandiodendron, Manglietiastrum, Parakmeria e Talauma sono oggi generalmente inclusi nel genere Magnolia. I generi Paramichelia e Tsoongiodendron sono inclusi generalmente in Michelia.

Morfologia[modifica | modifica sorgente]

Il legno del tronco è fornito di trachee e tracheidi punteggiate, simili a quelle delle Conifere.

Le foglie sono semplici, alterne, generalmente grandi, coriacee e picciolate, perenni o decidue, con o senza stipole.

I fiori, molto grandi, differiscono da quelli tipici di molte angiosperme perché non hanno un doppio giro chiaramente distinto di petali e sepali, ma un perigonio formato da 6-9 o più tepali petaloidi (con petali e sepali indifferenziati) disposti generalmente in 2-3 serie; a volte sono avvolti da brattee.

I fiori sono ermafroditi o unisessuali; l'androceo e il gineceo sono provvisti di numerosi elementi liberi. Il ricettacolo è generalmente a forma di cono, su cui si inseriscono a spirale gli stami lamellari e i carpelli portanti 2 ovuli, formando un cono ovaliforme.

I frutti secchi sono generalmente acheni o capsule. riuniti in un'infruttescenza a pigna. I semi hanno albume abbondante e un embrione molto piccolo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica