Luigi Arcangeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Arcangeli
Piloti Alfa Romeo 3.JPG
Dati biografici
Nazionalità bandiera Regno d'Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula Grand Prix
 

Luigi Arcangeli (Bordonchio, 16 giugno 1894[1]Monza, 23 maggio 1931) è stato un pilota automobilistico e pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un inizio di carriera nel mondo delle due ruote con lusinghieri risultati nelle gare del tempo, come la vittoria al Circuito del Lario nel 1927, debuttò nell'automobilismo sul circuito di Senigallia nel 1928 alla guida di una Bugatti. In seguito passò alla Talbot. Con la scuderia francese vinse, sempre lo stesso anno, a Cremona. I successi continuarono anche quando andò alla Maserati alla guida dell’8C-2500[2], tra i quali ci fu un primo posto al Gran Premio di Roma.

Morì nel 1931 a bordo dell'Alfa Romeo Tipo A durante le prove del GP d'Italia all'autodromo di Monza[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Allora facente parte del comune di Rimini, oggi parte del comune di Bellaria-Igea Marina)
  2. ^ Luigi Arcangeli alla Targa Florio
  3. ^ Dal sito della rivista “Quattroruote”

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]