Liriodendron tulipifera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tulipifero
Liriodendron tulipifera.jpg
Liriodendron tulipifera
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Magnoliales
Famiglia Magnoliaceae
Genere Liriodendron
Specie L. tulipifera
Nomenclatura binomiale
Liriodendron tulipifera
L., 1753
Nomi comuni

Tulipier, tulipifero

Il tulipier o, italianizzato, tulipifero (Liriodendron tulipifera L.) è un albero della famiglia delle Magnoliaceae. Il nome deriva dal francese a causa dei suoi fiori, simili a tulipani di colore verde-giallo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le foglie decidue hanno forma quadrata lobata con apici. I fiori grandi sono di un verde molto pallido, raramente bianchi, compaiono a inizio estate e hanno un'alta concentrazione di nettare. I frutti secchi, lunghi 6-7 cm, ricordano delle pigne strette e piccole. L'albero ha forma conica, raggiunge altezze di 20-30 metri con fusto generalmente diritto e con un diametro di 3 metri. Ha crescita rapida prediligendo terreni profondi, ricchi e umidi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Area di crescita del L. tulipifera
Liriodendron tulipifera

Il tulipier è originario della costa orientale degli Stati Uniti d'America e la sua presenza arriva grosso modo fino agli stati dell'Indiana, Tennessee e Mississippi. Viene coltivato in Europa e altre zone del globo, principalmente come pianta ornamentale.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Nei luoghi d'origine la pianta si presta a svariati usi, dalla silvicoltura alla produzione di miele, nonché per l'utilizzo del legname. In Italia è perlopiù utilizzato a scopo ornamentale. In tal senso vale la pena citare un esemplare di L. tulipifera situato nel parco di Villa Besana a Sirtori in provincia di Lecco che, con i suoi 52 metri d'altezza, è l'albero più alto d'Italia.

Miele[modifica | modifica sorgente]

Grazie all'elevata presenza di nettare nei fiori, negli Stati Uniti è comune sfruttare il toulipier nell'ambito della produzione mellifera.

Legname[modifica | modifica sorgente]

Essendo un albero che cresce alto e dritto fornisce del legname che, con le sue caratteristiche di lavorabilità, stabilità e peso specifico (480 kg/m³ essiccato) lo rendono adatto ad un gran numero di impieghi. Ha colore biancastro, venatura evidente con fiammature scure o verdastre e consistenza tenera. È particolarmente apprezzato, oltre che per l'economicità, per l’ottima reazione ai trattamenti con vernici, mordenti e impregnanti, quando viene tinto assomiglia al legno di noce e a volte viene spacciato per esso.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica