Leuciscus svallize

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cavedano adriatico
Immagine di Leuciscus svallize mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Ostariophysi
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Genere Leuciscus
Specie L. svallize
Nomenclatura binomiale
Leuciscus svallize
Heckel & Kner, 1858
Sinonimi

Squalius svallize

Nomi comuni

Cavedano adriatico, Leucisco adriatico

Il cavedano adriatico (Leuciscus svallize) è un pesce appartenente alla famiglia Cyprinidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Il suo areale pare limitato ai bacini dei fiumi Narenta e Trebisnjica tra Bosnia ed Erzegovina e Croazia. Nel recente passato la specie occupava anche i fiumi Zermagna, Vergoraz ed altri ove è adesso probabilmente estinta.
L'habitat è costituito da torrenti e fiumi con corrente impetuosa e acque ben ossigenate, con substrato di rocce calcaree. È una specie tipica di zone carsiche.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È molto simile al leucisco comune dal quale si distingue soprattutto per l'occhio più piccolo, per le scaglie più piccole, per la pinna caudale meno nettamente forcuta e per il colore più argenteo con dorso di colore grigio, talvolta anche scuro.
Le dimensioni raramente raggiungono i 20 cm.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Vive in branchi e costituisce il cibo per numerosi predatori, tra cui la trota illirica. Si nutre di invertebrati bentonici e di insetti volatori caduti in acqua.
Per il resto il comportamento appare molto simile al leucisco comune.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

L'introduzione di specie alloctone (soprattutto trote e specie congeneri) e l'inquinamento impattano fortemente questa specie.

Nota tassonomica[modifica | modifica sorgente]

Alcuni ittiologi ascrivono la specie al genere Squalius.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bruno S., Maugeri S. Pesci d'acqua dolce, atlante d'Europa, Mondadori 1992
  • Kottelat M., Freyhof J. Handbook of European Freshwater Fishes, Publications Kottelat, Cornol (CH), 2007

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Leuciscus svallize in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci