La mia vita è un disastro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mia vita è un disastro
Angus, Thongs and Perfect Snogging.png
Una scena del film
Titolo originale Angus, Thongs and Perfect Snogging
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA, Germania, Regno Unito
Anno 2008
Durata 100 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere commedia, drammatico
Regia Gurinder Chadha
Soggetto Louise Rennison
Sceneggiatura Gurinder Chadha, Paul Mayeda Berges, Will McRobb e Chris Viscardi
Produttore Gurinder Chadha e Lynda Obst
Produttore esecutivo Scott Aversano
Casa di produzione Goldcrest Pictures, Internationale Filmproduktion Stella-del-Süd, Nickelodeon Movies e Paramount Pictures
Fotografia Dick Pope
Montaggio Justin Krish
Effetti speciali Dean Ford
Musiche Joby Talbot
Scenografia Nick Ellis
Costumi Jill Taylor
Trucco Jo Jenkins, Eileen Kastner-Delago, Kelly Marazzi, Donald McInnes, Heather Pitchford, Rupert Simon e Jeanette Redmond (non accreditata)
Interpreti e personaggi

La mia vita è un disastro è un film commedia del 2008 diretto da Gurinder Chadha e tratto dai libri per ragazzi La mia vita è un disastro, nemmeno il mio gatto mi capisce e Sono disperata e nessuno se ne cura scritti da Louise Rennison per la serie Confessioni di Georgia Nicolson.

Il film è uscito il 25 luglio 2008 nel Regno Unito e il 21 novembre dello stesso anno in Italia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La protagonista del film è Georgia, un'adolescente di quattordici anni la cui voglia di crescere troppo in fretta la porta spesso a confrontarsi a parole con il padre, che lei definisce antiquato. Georgia ha tre amiche del cuore, Jas, Ellen e Rosie, con cui scambia pensieri e con cui passa le giornate a scuola.

La sua vita però comincia a subire dei cambiamenti quando nella loro scuola si trasferiscono da Londra due gemelli, Robbie e Tom. I due conquistano l'attenzione di Georgia e Jas, ma Robbie comincia a frequentare la ragazza più popolare della scuola, Lindsay, la quale ha un rapporto di antipatia con la protagonista. La ragazza, quindi, mette in atto dei piani, aiutata da Jas, per conquistare il ragazzo e portarlo via a Lindsay. Grazie ad uno di questi, riesce a passare una giornata con Robbie, facendosi conoscere meglio e farsi apprezzare, mentre la sua amica Jas riesce a mettersi con Tom.

Successivamente, al padre di Georgia viene offerto un lavoro e parte per la Nuova Zelanda. Georgia inizialmente è entusiasta di questo, poiché così, grazie all'assenza del padre, potrebbe riuscire a convincere la mamma ad affittare un locale e assumere un dj per fare la sua festa di compleanno, la quale vorrebbe fosse perfetta. Così, nel periodo d'assenza del genitore, Georgia inizia ad avere un rapporto più sereno con la madre.

Georgia, non avendo mai baciato un ragazzo, spinta dalle sue amiche, decide di prendere lezioni da Peter, un "insegnante" di baci, pensando di riuscire ad esser più brava per conquistare Robbie. Sfortunamente, Peter s'innamora di lei e ad una festa, Peter improvvisamente la bacia, facendo credere a Robbie che i due siano fidanzati. L'amica Jas informa Georgia che i gemelli sarebbero andati in piscina, senza Lindsay, così Georgia decide di raggiungere Robbie in piscina per dirgli la verità, gli dice che lei non è fidanzata con Peter e a questa rivelazione lui la bacia dicendole che l'avrebbe chiamata non appena avesse sistemato una faccenda.

In questo frangente, la mamma sembra avere una relazione con Jem, l'arredatore di interni che lavora in casa loro. Così Georgia decide di andare a chiedere al capo di suo padre di farlo tornare a lavorare in Inghilterra, però senza successo.

Passano i giorni e Robbie non la chiama, Georgia decide così di farlo ingelosire: invita al concerto di Robbie il suo miglior amico, Dave. Robbie ne rimane sconvolto e Dave s'innamora di lei. La vita di Georgia prende una brutta piega: Jas per sbaglio dice a Dave che in realtà Georgia non è interessata a lui, ma a Robbie e che l'ha usato per far ingelosire quest'ultimo, Georgia litiga pubblicamente con Jas e tutti i suoi sutterfugi attuati per conquistare Robbie vengono fuori, Robbie infuriato da queste rivelazioni la pianta. Georgia decide così di trasferirsi in Nuova Zelanda per seguire il padre, avendo paura che i suoi genitori si possano separare.

Arriva il giorno della resa dei conti: Georgia chiede scusa a Robbie, che, ancora innamorato, le chiede di essere la sua ragazza, ma lei lo informa che presto sarebbe andata a vivere in Nuova Zelanda, raccontandogli della situazione in famiglia.

Poco dopo è il compleanno della protagonista, sua madre e Jas le organizzano una festa a sorpresa, in cui partecipa anche il padre, il quale la informa che non sarebbero più partiti poiché il capo gli ha dato il permesso di rimanere a lavorare lì pur mantenendo l'aumento, grazie al suo intervento, fa pace con Jas e con Robbie si danno il tanto aspettato bacio. Georgia qui racconta anche le sue paure sulla relazione clandestina della mamma e la sua decisione di voler partire ma si scopre che Jem è omosessuale e non esisteva alcuna relazione.

Il film finisce con il lieto fine dove Robbie e Georgia sono fidanzati.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Gurinder Chadha era inizialmente incaricata di scrivere la sceneggiatura,[1] ma dopo che la Paramount ne prese in visione lo script la confermò alla regia.

La lavorazione si è svolta in Inghilterra. Gli esterni e le scene principali sono state girate presso la località di Eastbourne e gli interni e ulteriori sequenze agli Ealing Studios di Londra.[2] Altre location utilizzate sono Middlesex dove è stata posizionata la casa di Georgia, Hillingdon dove si è scelta la scuola e Uxbridge dove si sono filmate le sequenze riguardanti night club.[3]

La colonna sonora comprende il brano di Ava Leigh Mad About the Boy . Il gruppo musicale Stiff Dylans è realmente esistente, con la differenza che il protagonista del film non ne fa realmente parte.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Teenage kicks: Angus, Thongs and Perfect Snogging, The Independent, 24 luglio 2008. URL consultato il 7 dicembre 2008.
  2. ^ Annemarie Field, Perfect town for major teen film, Eastbourne Herald, 5 ottobre 2007.
  3. ^ Production Notes, Movie's office website.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema