L'autocolonna rossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'autocolonna rossa
Titolo originale Red Ball Express
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1952
Durata 83 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1,37 : 1
Genere drammatico, guerra
Regia Budd Boetticher
Soggetto Marcy Klauber, William Grady Jr.
Sceneggiatura John Michael Hayes
Produttore Aaron Rosenberg
Casa di produzione Universal International Picture
Fotografia Maury Gertsman
Montaggio Edward Curtiss
Musiche Milton Rosen, Frank Skinner
Scenografia Bernard Herzbrun, Richard H. Riedel
Trucco Joan St. Oegger, Bud Westmore
Interpreti e personaggi

L'autocolonna rossa (Red Ball Express) è un film del 1952 diretto da Budd Boetticher.

È un film di guerra statunitense con Jeff Chandler, Alex Nicol e Charles Drake. Il film si basa sulla reale colonna di convogli denominata "Red Ball Express" e organizzata dagli americani nel D-Day in Normandia nel giugno del 1944.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Budd Boetticher su una sceneggiatura di John Michael Hayes con il soggetto di Marcy Klauber e William Grady Jr.,[1] fu prodotto da Aaron Rosenberg per la Universal International Picture[2] e girato a Fort Eustis, Newport News in Virginia.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito con il titolo Red Ball Express negli Stati Uniti dal maggio del 1952[4] al cinema dalla Universal Pictures.[2]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[4]

  • negli Stati Uniti il 24 maggio 1952 (Los Angeles, California)
  • negli Stati Uniti il 29 maggio 1952 (New York City, New York)
  • in Finlandia il 29 agosto 1952 (Paholaisajajat)
  • in Svezia il 24 novembre 1952 (Operation ilexpress)
  • in Francia il 16 gennaio 1953
  • in Belgio il 6 febbraio 1953
  • in Danimarca il 13 febbraio 1953 (Ilddåben)
  • in Portogallo il 6 dicembre 1954 (O Mundo em Chamas)
  • in Germania Ovest il 22 agosto 1958 (Unternehmen 'Rote Teufel)
  • in Austria nel novembre del 1958 (Unternehmen Rote Teufel)
  • in Belgio (Les conducteurs du diable)
  • in Francia (Les conducteurs du diable)
  • in Brasile (Arrancada da Morte)
  • in Cile (Hermanos ante el peligro)
  • in Grecia (To kokkino express)
  • in Italia (L'autocolonna rossa)

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è "lesto, onesto e modesto" ma si pregia di alcune scene d'azione degne di nota.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'autocolonna rossa - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  2. ^ a b L'autocolonna rossa - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  3. ^ L'autocolonna rossa - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  4. ^ a b L'autocolonna rossa - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  5. ^ L'autocolonna rossa - MYmovies. URL consultato il 15 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema