Kodama Gentarō

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kodama Gentarō
Gentaro Kodama 2.jpg
16 marzo 1852 - 23 luglio 1906
Nato a Tokuyama
Morto a Tokyo
Dati militari
Paese servito Impero del Giappone
Forza armata Esercito imperiale giapponese
Anni di servizio 1881-1906
Grado generale
Guerre Guerra Boshin
Ribellione di Saga
Ribellione di Shinpūren
Ribellione di Satsuma
Prima guerra sino-giapponese
guerra russo-giapponese
Decorazioni Ordine del Nibbio d'oro (prima classe)

[1]

voci di militari presenti su Wikipedia

Visconte (子爵 shishaku?) Kodama Gentarō (Tokuyama, 16 marzo 1852Tokyo, 23 luglio 1906) è stato un generale e politico giapponese, generale dell'esercito imperiale giapponese e ministro del governo nel periodo periodo Meiji. Fu strumentale nella modernizzazione dell'esercito..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Tokuyama, nella provincia di Suō (nel territorio della moderna Prefettura di Yamaguchi, in una famiglia della classe dei samurai fedeli al clan Chōshū, Kodama iniziò la sua carriera militare combattendo nella guerra Boshin a favore della Restaurazione Meiji contro le forze dello shogunato Tokugawa. Come soldato del nascente esercito imperiale giapponese prese parte alla repressione della ribellione di Satsuma. Successivamente si iscrisse nella scuola di addestramento militare "Osaka Heigakuryo" (大阪兵学寮) si diplomò nel 1881.[2]

Venne nominato direttore della Rikugun Daigakkō (scuola di militare giapponese) dove lavorò con il maggiore prussiano Jakob Meckel per riorganizzare l'esercito giapponese secondo i metodi dell'esercito prussiano.[3]

Kodama fu inviato a studiare scienze militari come attaché militare in Germania. Al suo ritorno in Giappone venne nominato viceministro della guerra nel 1892.

Dopo aver servito nella prima guerra sino-giapponese (1894-5), divenne governatore generale di Taiwan. Durante il suo incarico cercò di migliorare le infrastrutture di Taiwan e di alleviare le condizioni di vita dei suoi abitanti.[4] Avendo provato di essere un eccellente amministratore, Kodama nel decennio successivo servì come ministro della guerra sotto il primo ministro Itō Hirobumi, e come ministro dell'interno e dell'educazione sotto il successivo primo ministro, Katsura Tarō.[1]

Nel 1904 venne promosso a generale. Comunque gli venne chiesto dal maresciallo di campo ( gensui?)) Ōyama Iwao di fungere da vicecapo di stato maggiore dell'esercito in Manciuria durante la guerra russo-giapponese.[1] Questo in termini di rango era un passo indietro, ma nonostante ciò accettò la nomina, fu un sacrificio che gli conferì una grande approvazione pubblica. Durante la guerra russo-giapponese guidò la strategia dell'intera campagna, assistendo il generale Nogi Maresuke durante l'assedio di Port Arthur[5] e sostituendo temporaneamente Ōyama durante la sua malattia[1]. Dopo la battaglia di Mudken rientrò in Giappone per sollecitare la conclusione di un trattato di pace, prima che dell'esaurimento delle risorse dell'esercito giapponese.[1]

Dopo la guerra venne nominato capo dell'Ufficio Generale dello Staff dell'Esercito Imperiale, ma indebolito dalla guerra morì poco dopo, per una emorragia cerebrale.[1]

Kodama venne elevato in rapida successione al rango di danshaku (barone) e shishaku (visconte) sotto il sistema nobiliare kazoku e la sua morte nel 1906 fu considerata una calamità nazionale.[2] Dopo la sua morte l'imperatore Meiji gli assegnò postuma la prima decorazione del Ordine del Nibbio d'oro (prima classe). Successivamente venne inoltre onorato con l'ascesa al rango Shinto di kami. Santuari in suo onore si trovano nella sua città natale (ora facente parte della città di Shūnan), Prefettura di Yamaguchi e sul sito della sua casa estiva in Enoshima, Fujisawa, Prefettura di Kanagawa.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze giapponesi[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante
Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Nibbio d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Nibbio d'oro
— 1906

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia)
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)

Notes[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Kowlon, op. cit., p. 186
  2. ^ a b Trevor, op. cit.
  3. ^ Harries, op. cit.
  4. ^ Ching, op. cit.
  5. ^ Connaughton, op. cit., pp. 240, 245-246

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Connaughton Richard Connaughton, Rising Sun and Tumbling Bear, Cassell, 2003, ISBN 0-304-36657-9.
  • Leo T.S. Leo T.S. Ching, Becoming Japanese: Colonial Taiwan and the Politics of Identity Formation, University of California Press, 2001, ISBN 0-520-22553-8.
  • Trevor N. Dupuy, Encyclopedia of Military Biography, I B Tauris & Co Ltd, 1992, ISBN 1-85043-569-3.
  • Rotem Kowner, Historical Dictionary of the Russo-Japanese War, Scarecrow, 2006, ISBN 0-8108-4927-5.
  • Meirion Harries, Soldiers of the Sun: The Rise and Fall of the Imperial Japanese Army, Random House, 1994, ISBN 0-679-75303-6.
  • Gorō Mutsu, Kodama Gentarō in Kodansha Encyclopedia of Japan, Tokyo, Kodansha, 1985.
  • National Diet Library, Kodama, Gentaro in Portraits of Modern Japanese Historical Figures.
Predecessore Governatore generale di Taiwan Successore
Nogi Maresuke febbraio 1898 - aprile 1906 Sakuma Samata
Predecessore Ministro della guerra Successore
Katsura Tarō dicembre 1990 - marzo 1902 Terauchi Masatake
Predecessore Ministro dell'Interno Successore
Utsumi Tadakatsu luglio 1903 - ottobre 1903 Katsura Tarō
Predecessore Ministro dell'educazione Successore
Kikuchi Dairoku luglio 1903 - settembre 1903 Kubota Yuzuru
Predecessore Ufficio Generale dello Staff dell'Esercito Imperiale Successore
Ōyama Iwao aprile 1906 - luglio 1906 Oku Yasukata