Johannes van Rensburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Johannes Frederik Janse van Rensburg conosciuto come "Hans" (Città del Capo, 24 settembre 1898Città del Capo, 25 settembre 1966) è stato un politico sudafricano e leader dell'Ossewabrandwag.

Discendente del Lealista Johannes Frederik Janse Van Rensburg, completò la sua istruzione a Winburg per poi trasferirsi all'Università di Stellenbosch dove ottenne il titolo di MA in tedesco. Sotto la spinta dell'avvocato Tielman Roos continuò gli studi a Pretoria dove conseguì l'LL.B in legge(Legum Baccalaureus).

Rapida scalata al potere[modifica | modifica sorgente]

Van Rensburg nacque poco prima dello scoppio della seconda guerra boera e questo tragico evento giocò un ruolo decisivo nella sua vita. Il tentativo di anglicizzazione degli afrikaner che ne seguì ebbe un impatto negativo su di lui. Dopo i suoi studi all'Università di Stellenbosch dove subì l'influenza della sua guida, il tedesco dottor E. Friedlaender, conseguì l'abilitazione da avvocato e nel 1924 fu assunto come segretario personale di Tielman Roos, che era diventato Ministro della Giustizia. L'anno seguente divenne consigliere dell'Attorney-General (Procuratore generale) e lo stesso anno si sposò con Catharina Johanna Joubert dalla quale ebbe un figlio e una figlia. Nello stesso periodo ritornò a studiare all'Università di Stellenbosch dove ottenne, nel 1930 ,un Dottorato. Nel 1933 divenne Segretario alla Giustizia e in questa veste visitò la Germania dove ebbe l'occasione di incontrare i più importanti gerarchi del nazismo come Adolf Hitler, Hermann Göring. Egli fu altamente impressionato dal carisma di Hitler e dalla disciplina del popolo tedesco così come ammirava la lingua e la cultura tedesca e fu lì che ebbe l'attrazione per le idee nazionalsocialiste.

Il nazismo tedesco dà impulso al nazionalismo afrikaner[modifica | modifica sorgente]

Il 1 dicembre 1936 Hans Van Rensburg alla giovane età di 38 anni fu nominato Amministratore dello Stato Libero d'Orange. Nello stesso periodo scalò la gerarchia militare e allo scoppio della seconda guerra mondiale era colonnello della Sesta Brigata dello Stato Libero d'Orange. Egli si sentì a disagio quando Jan Smuts divenne Primo ministro poiché quest'ultimo aveva una propensione filo britannica. A Van Rensburg gli fu offerto la leadership dell'Ossewabrandwag, un movimento che nasceva dalla commemorazione del centenario del Grande Trek e che poneva l'accento sul nazionalismo afrikaner e sulle atrocità degli inglesi durante la seconda guerra boera. Proprio la seconda guerra mondiale, con il conflitto fra Germania e Regno Unito e con la speranza di una sconfitta di questi ultimi, dava speranza agli afrikaner di liberarsi per sempre dal giogo britannico e di restaurare finalmente una loro repubblica indipendente. Alla fine del 1940 Van Rensburg si dimise da Amministratore dello Stato Libero d'Orange e divenne Comandante Generale dell' OB il 15 gennaio 1941. L'Ossewabrandwag o OB fu un movimento popolare ma ben presto con le prime vittorie tedesche divenne un movimento molto ambizioso: sorse al suo interno un'ala paramilitare e utilizzò simbologie atteggiamenti e ideologie richiamanti il nazismo. Ma alla fine la OB, incominciando ad interferire nel campo politico, ebbe una ricaduta negativa sui partiti afrikaner e ciò portò ad un calo dei suoi membri, calo caldeggiato dallo stesso National Party che non voleva, agli occhi degli inglesi, vedersi identificato con i nemici nazisti.

Nel 1948, con la vittoria del National Party alle elezioni politiche, l'OB perse molta della sua forza, rimase ai margini della vita sociale e politica sudafricana e forse non aveva nemmeno più ragione di esistere, visto che molti dei suoi componenti avevano scalato i ranghi del partito. Nonostante ciò Van Rensburg rimase comandante generale dell'organizzazione fino al 1952.

Ritiro a vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver lasciato la guida del movimento, Van Rensburg coprì vari ruoli di consigliere in alcune istituzioni governative a Città del Capo e a Port Elizabeth. Nel 1962 si ritirò dalla vita pubblica andando a vivere in una fattoria chiamata Mooi Eiland nella città di Parys, fattoria regalatagli dai suoi sostenitori. Van Rensburg fu senza dubbio un leader molto popolare: ciò è testimoniato dal fatto che alla sua morte, il 25 settembre 1966, lo stato gli tributò funerali con tutti gli onori militari a Pretoria il 1º ottobre 1966.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]