João Lobeira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

João Pires de Lobeira (1233 circa – 1285) è stato un trovatore portoghese, al tempo del re Afonso III e, presumibilmente, il primo a ridurre in prosa la storia di Amadis de Gaula.

Carolina Michaëlis de Vasconcellos, nella sua magistrale edizione del Cancioneiro da Ajuda[1], fornisce alcune note biografiche su Lobeira, il quale è rappresentato nel Cancioneiro da Biblioteca Nacional[2] da cinque componimenti poetici[3]. Al numero 230, Lobeira usa lo stesso ritournelle che Oriana canta in Amadis de Gaula, e ciò ha portato generalmente i moderni sostenitori del caso portoghese a considerarlo l'autore del romance, preferito a Vasco de Lobeira, al quale precedentemente veniva ascritta la prosa originale.

Il folclorista A. Thomas Pires (nel suo Vasco de Lobeira, Elvas, 1905), sulla scia della vecchia tradizione, avrebbe identificato il novellista in un uomo con questo nome attivo a Elvas alla fine del XIV e inizio del XV secolo, ma i documenti che egli pubblica non contengono nessun riferimento a questo Lobeira come uomo di lettere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Halle, 1904, vol. 1. pp. 523-524
  2. ^ Halle, 1880
  3. ^ Nos. 230-233

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]