Jacobs R-755

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacobs R-755
Blue Stearman PT-18 engine.JPG
Uno Jacobs R-755 sul muso di un Boeing-Stearman PT-18
Descrizione
Costruttore Stati Uniti Jacobs
Tipo radiale singola stella
Numero di cilindri 7
Raffreddamento ad aria
Distribuzione OHV 2 valvole per cilindro
Dimensioni
Cilindrata 12,350 L (757 in³)
Alesaggio 133 mm (5,25 in)
Corsa 127 mm (5,00 in)
Peso
A vuoto 229 kg (505 lb)
Prestazioni
Potenza dai 200 hp (150 kW)
ai 350 hp (260 kW)
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Jacobs R-755, o L-4, era un motore aeronautico radiale 7 cilindri raffreddato ad aria prodotto dall'azienda statunitense Jacobs Aircraft Engine Co. dagli anni trenta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'R-755, designazione militare assegnatagli, venne progettato nei primi anni trenta per rispondere alle esigenze di mercato che vedevano l'aviazione militare e civile di quegli anni in rapida evoluzione. Per cercare di contrastare il predominio di Wright e Ratt & Whitney la Jacobs propose alle autorità militari statunitensi il suo prodotto pensato sia per sopperire alle esigenze in campo civile che ion quello militare.

Il modello venne portato in volo per la prima volta nel 1933 rivelandosi un'unità ben progettata ed atta a svolgere il compito prefisso, dimostrando la sua longevità nell'essere rimasto in produzione sino al 1970.

Descrizione tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'R-755 era un motore radiale di impostazione classica, a singola stella e raffreddato ad aria.

La struttura, così come i 7 cilindri, erano realizzati in acciaio, questi ultimi dotati all'esterno di una superficie alettata così come le teste realizzate in lega di alluminio. Le misure della camera di scoppio erano 5,25 in × 5 in (133 mm × 127 mm) per una cilindrata totale di 757 in³ equivalenti a 12,350 litri. La distribuzione era una classica valvole in testa (OHV) a 2 valvole per cilindro.

Le potenze erogate dai vari modelli succedutesi coprivano in arco dai 200 hp (150 kW) ai 350 hp (260 kW)

Grazie alle sue dimensioni trovava impiego in velivoli da turismo e collegamento, tra i quali il francese STOL Morane-Saulnier MS.505, evoluzione postbellica del tedesco Fieseler Fi 156 Storch.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

  • R-755-7: 225 hp (168 kW)
  • R-755-9: 245 hp (182 kW)
  • R-755-A2: 300 hp (224 kW)

Aerodine utilizzatrici[modifica | modifica sorgente]

Aerei[modifica | modifica sorgente]

Messico Messico
Francia Francia
Stati Uniti Stati Uniti

Autogiro[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Bill Gunston. World Encyclopedia of Aero Engines. Wellingborough, Patrick Stephens, 1986. pag. 81.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]