Jēkabpils

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune della Lettonia comprendente il circondario di Jēkabpils, vedi Jēkabpils (comune).
Jēkabpils
comune
Jēkabpils – Stemma Jēkabpils – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Lettonia Lettonia
Sindaco Leonīds Salcevičs
Territorio
Coordinate 56°30′N 25°51′E / 56.5°N 25.85°E56.5; 25.85 (Jēkabpils)Coordinate: 56°30′N 25°51′E / 56.5°N 25.85°E56.5; 25.85 (Jēkabpils)
Superficie 23 km²
Abitanti 27 078[1] (2009)
Densità 1 177,3 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale LV-520(1-6)
Prefisso +371 52
Fuso orario UTC+2
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Lettonia
Jēkabpils
Jēkabpils – Mappa
Sito istituzionale

Jēkabpils (pronuncia[?·info]) è una città della Lettonia di 27.078 abitanti[1], che si trova a metà strada tra Riga e Daugavpils. Fondata nel 1237, è nota per l'Arco geodetico di Struve e per aver dato i natali a Caterina I di Russia. In passato si chiamò Jacobstadt e Ringen. Il fiume Daugava attraversa la città e l'antica valle, gli affluenti e le isole del fiume sono considerate pittoresche. La città fu sede di una base aerea durante il governo sovietico.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Un castello di pietra a forma di croce - Cruczeborch (tedesco: Kreutzburg) - fu costruito nel 1237 dall'Ordine Livoniano. Scavi archeologici sul terrapieno del castello indicano che questo luogo era un centro commerciale di traffico intenso per i Letgalli, una delle tribù lettoni. Quando il castello venne costruito, il villaggio di Krustpils gli si formò attorno. Il villaggio fu spesso distrutto durante le guerre locali, come le battaglie tra polacchi e svedesi, ma venne sempre ricostruito in seguito.

Durante le XVII secolo, i perseguitati Vecchi credenti dalla Russia si stanziarono lungo il fiume Daugava. Nel 1670 questo stanziamento, che cresceva gradualmente attorno alla taverna di Salas, divenne noto come Jēkabpils (Jakobstadt in tedesco) in onore del duca di Curlandia, Giacomo Kettler, che concesse lo statuto per renderlo città.

Una leggenda locale circa l'origine della città afferma che il duca un giorno stava cacciando, ma si perse. Al fiume Daugava scorse simultaneamente una lince al di sotto di un abete e una città. Questa immagine della lince sotto un abete è lo stemma della città.

Jēkabpils e Krustpils si unirono nel 1962.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La popolazione della città di Jēkabpils è di 29,100 abitanti. Le due parti storiche di Jēkabpils - Krustpils e la parte più vecchia di Jēkabpils - sono collegate da un ponte che unisce le due sponde del fiume Daugava.

Luoghi d'interesse turistico[modifica | modifica sorgente]

Jēkabpils[modifica | modifica sorgente]

Nella parte più vecchia della città, i palazzi più vecchi sono stati preservati.

Il quartiere di Jēkabpils[modifica | modifica sorgente]

Uno dei punti del posto originale dell'Arco geodetico di Struve è situato al parco di Struve. A Tadenava, non distante dalla stessa Jēkabpils, c'è un museo alla memoria del grande poeta lettone Rainis. Ci sono anche i siti dei castelli di Justine e Dugnaja. Il punto più alto di Selija – Ormankalns - è nell'area di Klauce. Tra Nereta e Akniste c'è il museo "Riekstini" in memoria del famoso scrittore lettone J. Jaunsudrabins.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Population of Jēkabpils, Latvia su Mongabay.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Lettonia Portale Lettonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lettonia