Isole Campbell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isole Campbell
Campbell Islands
Campbell3.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Pacifico
Coordinate 53°32′24″S 169°08′42″E / 53.54°S 169.145°E-53.54; 169.145Coordinate: 53°32′24″S 169°08′42″E / 53.54°S 169.145°E-53.54; 169.145
Superficie 113,31 km²
Numero isole 6
Isole principali Isola Campbell
Altitudine massima 569 m s.l.m.
Classificazione geologica Isole vulcaniche
Geografia politica
Stato Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Fuso orario UTC+12
Cartografia
NZOffshoreIslandsMap.png
Mappa di localizzazione: Oceania
Isole Campbell

[senza fonte]

voci di isole della Nuova Zelanda presenti su Wikipedia
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Isole sub-antartiche della Nuova Zelanda
(EN) New Zealand Sub-Antarctic Islands
Campbell Island Landscape.jpg
Tipo Naturali
Criterio (ix) (x)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1998
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Le isole Campbell sono un gruppo di isole sub-antartiche appartenenti alla Nuova Zelanda. Esse consistono dell'isola Campbell, l'isola principale, e di numerose altre isolette, fra le quali l'isola Dent, Folly Island e l'isola Jacquemart. Insieme alle isole Auckland, Bounty, Antipodi e Snares, le isole Campbell sono state inserite nel 1998 nell'elenco dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, col nome unitario di Isole sub-antartiche della Nuova Zelanda.

Isola Campbell[modifica | modifica wikitesto]

L'isola Campbell (chiamata in lingua maori Motu Ihupuku) è la maggiore dell'arcipelago, estendendosi su di una superficie di 115 chilometri quadrati. L'isola ha una forma molto irregolare, ricca di falesie e di montagne che, nella parte meridionale, superano i 500 metri di altezza. È quasi tagliata a metà da un lungo fiordo, Perseverance Harbour, che sbocca in mare sulla costa orientale.

L'isola è stata scoperta nel 1810 da Frederick Hasselburgh, a bordo del suo brigantino Perseverance, adibito alla caccia alle foche, posseduto dalla compagnia Campbell & Co., con base a Sydney (Australia), da cui il nome delle isole. Immediatamente vi venne installata una base per la caccia dei pinnipedi, portati sull'orlo dell'estinzione.

La stazione meteorologica presso Beeman Cove (Photo courtesy John Baxter and www.aspen-ridge.net)

Durante la Seconda guerra mondiale a Tucker Cove, sulle coste settentrionali di Perseverance Harbour, era operativa una stazione guardacoste. Alla fine della guerra l'edificio venne convertito in stazione meteorologica e utilizzato fino al 1958, quando venne costruita una nuova stazione a Beeman Cove (poche centinaia di metri a est della vecchia). Fino al 1995 era presente una piccola comunità di scienziati per far funzionare questa piccola stazione meteorologica, che a partire da quell'anno fu resa totalmente automatica. Oggi la presenza umana è limitata a periodiche visite di gruppi di ricercatori e spedizioni scientifiche.

Nel 2001 ebbe successo l'opera di sradicamento di surmolotti, una specie di roditori introdotti due secoli fa; questa è la più grande derattizzazione mai portata a termine nel mondo, confermata da uno studio condotto nel 2003. [1] Da quel momento la vegetazione e le popolazioni di invertebrati dell'isola si sono grandemente riprese, sono tornate a nidificare numerose specie di uccelli marini ed è stata reintrodotta l'alzavola delle Isole Campbell, uno degli uccelli più rari al mondo. [2]

Altre isole[modifica | modifica wikitesto]

Un giovane elefante marino che si riposa fra l'erba

L'isola Dent si trova circa 3 chilometri a ovest dell'Isola Campbell ed è poco più di uno scoglio: si estende infatti per soli 26 ettari. L'alzavola delle isole Campbell (Anas nesiotis) venne ritenuta estinta per oltre cento anni prima che un piccolo gruppo venisse ritrovato proprio su Dent, nel 1975, a causa dell'assenza di predatori (soprattutto i ratti che ne avevano causato l'estinzione sull'isola principale dell'arcipelago).

La maggior parte della superficie dell'isola è rocciosa, limitando ulteriormente lo spazio disponibile a qualunque tipo di habitat rispetto ai suoi 26 ettari.

L'isola Jacquemart è considerata il punto più meridionale della Nuova Zelanda (o meglio, lo è uno scoglio che si trova 50 metri a sud dell'isoletta).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

[8] [9] [10] [11] [12] Fotografie delle Isole Campbell e di alcune specie animali e vegetali che le popolano