Ipoaldosteronismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Ipoaldosteronismo
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 255.42
ICD-10 (EN) E27.4

In medicina ed endocrinologia con il termine ipoaldosteronismo ci si riferisce alla riduzione dei valori di aldosterone circolante. Il termine "ipoaldosteronismo isolato" viene utilizzato per descrivere bassi livelli di aldosterone senza cambiamenti corrispondenti nei livelli di cortisolo.[1] (Entrambi gli ormoni sono prodotti dalla ghiandola surrenalica).

Cause[modifica | modifica sorgente]

Diverse possono essere le cause alla base di questa condizione, tra cui la insufficienza surrenalica primitiva, l'iperplasia congenita surrenale, e l'utilizzo di farmaci ( alcuni diuretici, antiinfiammatori non steroidei o FANS, e ACE inibitori).

  1. Insufficienza surrenalica primaria
  2. Iperplasia surrenale congenita (Iperplasia surrenale congenita dovuta ad un deficit di 21-idrossilasi e 11β-idrossilasi)
  3. Deficit di sintesi di Aldosterone sintasi
  • Ipoaldosteronismo iporeninemico (a causa della diminuzione della produzione di angiotensina 2 e da disfunzioni intrasurrenaliche)[2]
  1. Nefropatia diabetica la disfunzione renale più comune
  2. ACE inibitori
  3. FANS
  4. Ciclosporina

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

Effetti[modifica | modifica sorgente]

Questa condizione può portare ad iperkaliemia, che talvolta è chiamata acidosi tubulare renale tipo 4, anche se in realtà non causa acidosi. Può anche causare perdite urinarie di sodio, causando una deplezione del volume ematico ed ipotensione. Lo ione sodio viene perso con le urine, lo ione potassio viene riassorbito, e la concentrazione di potassio nel plasma aumenta. Quando l'insufficienza surrenalica si sviluppa rapidamente, la quantità di sodio persa dal liquido extracellulare supera la quantità escreta nelle urine, indicando che evidentemente lo ione sodio penetra all'interno delle cellule. Quando la funzionalità della ghiandola pituitaria (ipofisi) posteriore è intatta, la perdita di sale supera la perdita d'acqua, e la concentrazione di sodio si abbassa drasticamente. Tuttavia, anche il volume plasmatico si riduce, con conseguente ipotensione, insufficienza circolatoria, ed infine, shock fatale. Questi cambiamenti possono essere prevenuti in parte aumentando l'assunzione di NaCl. È stato dimostrato che i ratti sono in grado di sopravvivere indefinitamente aumentando l'apporto di sale, ma nei cani e nell' essere umano, la quantità di sale supplementare necessaria è così grande che è quasi impossibile evitare lo shock e la morte a meno che non si istituisca un adeguato trattamento con mineralcorticoidi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kenneth L. Becker, Principles and practice of endocrinology and metabolism, Lippincott Williams & Wilkins, 2001, pp. 785–, ISBN 9780781717502. URL consultato il 15 luglio 2011.
  2. ^ a b DeFronzo RA, Hyperkalemia and hyporeninemic hypoaldosteronism in Kidney Int., vol. 17, nº 1, 1980, pp. 118–34, DOI:10.1038/ki.1980.14, PMID 6990088.
  3. ^ Sebastian A, Schambelan M, Sutton JM, Amelioration of hyperchloremic acidosis with furosemide therapy in patients with chronic renal insufficiency and type 4 renal tubular acidosis in Am. J. Nephrol., vol. 4, nº 5, 1984, pp. 287–300, DOI:10.1159/000166827, PMID 6524600.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina