Intel Atom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« I processori Atom saranno "ultrasmall" e dunque atomici! »
(Dichiarazione rilasciata da Intel riguardo ai motivi della scelta del nome Atom.)
Intel Atom
Central processing unit
Atom Z520 vs 1Cent.JPG
Intel Atom Z520
Prodotto 2008–presente
Produttore Intel
Frequenza CPU 800 MHz / 2.13 GHz
Frequenza FSB 400 MHz / 667 MHz
Processo
(l. canale MOSFET)
45 nm
Set di istruzioni MMX, SSE, SSE2, SSE3, x86, x86-64 (non per il N2xx e la serie Z5xx)
Numero di core 1, 2
Nome core
  • Silverthorne
  • Diamondville
  • Pineview
  • Lincroft
Package 441-ball µFCBGA
Intel Atom 2009.svg

Atom è il nome commerciale di una serie di microprocessori x86 sviluppati da Intel espressamente per il settore dei dispositivi ultra portatili, UMPC e MID, e notebook/desktop di fascia molto economica (conosciuti rispettivamente come Netbook e Nettop), che sono comparsi sul mercato il 2 aprile 2008 grazie al core Silverthorne. Si tratta quindi di una nuova famiglia di CPU dalle piccolissime dimensioni e dai consumi estremamente contenuti.

Così come aveva già fatto anche in occasione della presentazione dei processori Core 2 Duo in cui aveva accorpato sotto lo stesso nome commerciale 2 progetti distinti (Merom e Conroe), destinati rispettivamente al settore mobile e al settore desktop, anche per il nuovo marchio Atom Intel ha deciso di offrire CPU diverse a seconda dell'ambito di impiego (Silverthorne per gli UMPC e Diamondville per i sistemi notebook/desktop a basso costo).

Motivi del nuovo nome commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del 2007 Intel aveva più volte ribadito di ritenere il settore dei sistemi UMPC e MID molto promettente per il futuro, e a questo si è aggiunta la sempre maggior popolarità dei sistemi completi a costo molto contenuto come l'ASUS Eee PC (un Netbook da circa 300 $) e i sistemi destinati ai paesi in via di sviluppo (i progetti OLPC e ClassMate che puntano a realizzare notebook da soli 100 $). Tutto questo ha ovviamente creato un potenziale nuovo mercato, sostenuto anche dalle pressioni di produttori quali Acer che necessitavano di processori specifici per i loro prodotti (come l'Acer Aspire One)[1], e che non poteva passare inosservato agli occhi di una grande azienda come Intel.

Le prime CPU per i sistemi UMPC (ad esempio il processore Stealey) erano in realtà adattamenti di soluzioni sviluppate per altri settori, ma data l'importanza del nuovo settore, Intel ha deciso di sviluppare CPU espressamente pensate fin dall'inizio per le nuove destinazioni d'uso e soprattutto di creare un nome commerciale univoco che consentisse al grande pubblico di identificare facilmente i nuovi prodotti: tale nome è diventato appunto "Atom" che, tra l'altro, nelle varianti destinate agli UMPC sfrutta anche la notorietà del marchio Centrino (originariamente introdotto nel 2003 per i sistemi notebook) grazie alla nuova piattaforma Centrino Atom.

Diversi settori di mercato[modifica | modifica wikitesto]

Come detto sopra, Intel ha deciso di offrire la CPU Atom in soluzioni di diverso tipo: in primo luogo per i sistemi UMPC abbinandoli alla piattaforma Centrino Atom e indicandoli attraverso il processor number della serie "Zxxx", e successivamente anche nei sistemi notebook e desktop di fascia più bassa, appartenenti invece alle serie "xxx" e "Nxxx". In questo caso quindi Intel commercializza sotto il marchio Atom delle CPU che hanno costi finali ancora più contenuti di quanto già possibile con le soluzioni Celeron, in particolare le sue diverse varianti Celeron D, Celeron (serie xxx), Celeron Dual Core e Celeron M.

Caratteristiche principali delle varie evoluzioni di Atom[modifica | modifica wikitesto]

Settore UMPC e MID[modifica | modifica wikitesto]

Silverthorne[modifica | modifica wikitesto]

Silverthorne è il primo processore Intel espressamente sviluppato per il settore dei sistemi UMPC e MID ed è alla base della piattaforma Menlow che è in sostanza la prima generazione della nuova piattaforma commerciale Centrino Atom ed è arrivato il 2 aprile 2008. Si tratta di un processore basato su una variante dell'architettura Intel Core Microarchitecture (utilizzata da Intel negli altri settori di mercato), ma rimane una CPU di tipo single core prodotta mediante il processo produttivo a 45 nm; tutto questo garantisce un consumo massimo di circa 2,5 W.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Silverthorne (processore).
il logo utilizzato fino al 1º aprile 2009

Lincroft[modifica | modifica wikitesto]

Lincroft sarà il successore di Silverthorne per i sistemi UMPC e sarà il primo processore System on a Chip (SoC) realizzato dalla casa e dovrebbe avere consumi 10 volte inferiori rispetto al predecessore integrando, tra le altre cose, anche il sottosistema grafico. Verrà abbinato alla piattaforma Moorestown che quasi certamente costituirà la seconda generazione della piattaforma Centrino Atom.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lincroft.

Medfield[modifica | modifica wikitesto]

Medfield sarà l'evoluzione a 32 nm di Lincroft e unirà in un solo SoC anche le funzionalità di I/O; il suo arrivo è previsto per il 2010.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Medfield (processore).

Settore notebook/desktop di fascia più bassa[modifica | modifica wikitesto]

Diamondville[modifica | modifica wikitesto]

Diamondville (hardware) è stato presentato il 3 giugno 2008 e inizialmente è disponibile solo in versioni single core; il 22 settembre è arrivata anche la prima variante dual core. Viene commercializzato direttamente saldato alla scheda madre ad un costo complessivo di circa 50 $. Una board miniITX è disponibile direttamente da Intel[2]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Diamondville (hardware).

Pineview[modifica | modifica wikitesto]

Il successore di Diamondville si chiama Pineview (hardware), basato sulla stessa architettura di Lincroft, quindi dotato anche del sottosistema grafico integrato ma disponibile anche in versioni dual core con tecnologia Hyper-Threading.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pineview (hardware).

Modelli arrivati sul mercato[modifica | modifica wikitesto]

La tabella seguente mostra i modelli di Atom arrivati sul mercato. Molti di questi condividono caratteristiche comuni pur essendo basati su diversi core; per questo motivo, allo scopo di rendere maggiormente evidente tali affinità e "alleggerire" la visualizzazione alcune colonne mostrano un valore comune a più righe. Di seguito anche una legenda dei termini (alcuni abbreviati) usati per l'intestazione delle colonne:

  • Nome Commerciale: si intende il nome con cui è stato immesso in commercio quel particolare esemplare.
  • Data: si intende la data di immissione sul mercato di quel particolare esemplare
  • Socket: lo zoccolo della scheda madre in cui viene inserito il processore. In questo caso il numero rappresenta oltre al nome anche il numero dei pin di contatto.
  • N°C.: sta per "N°Core" e si intende il numero di core montati sul package: 1 se "single core" o 2 se "dual core".
  • Clock: la frequenza di funzionamento del processore.
  • Molt.: sta per "Moltiplicatore" ovvero il fattore di moltiplicazione per il quale bisogna moltiplicare la frequenza di bus per ottenere la frequenza del processore.
  • Pr.Prod.: sta per "Processo produttivo" e indica tipicamente la dimensione dei gate dei transistors (180 nm, 130 nm, 90 nm) e il numero di transistor integrati nel processore espresso in milioni.
  • Voltag.: sta per "voltaggio" e indica la tensione di alimentazione del processore.
  • Watt: si intende il consumo massimo di quel particolare esemplare.
  • Bus: frequenza del bus di sistema.
  • cache: dimensione delle cache di 1º, 2º e 3º livello.
  • XD: sta per "XD-bit" e indica l'implementazione della tecnologia di sicurezza che evita l'esecuzione di codice malevolo sul computer.
  • 64: sta per "EM64T" ovvero l'implementazione della tecnologia a 64 bit di Intel.
  • HT: sta per "Hyper-Threading" e indica l'implementazione della esclusiva tecnologia Intel che consente al sistema operativo di vedere 2 core logici.
  • ST: sta per "SpeedStep Tecnology" ovvero la tecnologia di risparmio energetico sviluppata da Intel e inserita negli ultimi Pentium 4 Prescott serie 6xx per contenere il consumo massimo.
  • VT: sta per "Vanderpool Tecnology", la tecnologia di virtualizzazione che rende possibile l'esecuzione simultanea di più sistemi operativi differenti contemporaneamente.
  • GPU: unità grafica.
  • Core: si intende il nome in codice del progetto alla base di quel particolare esemplare.
Nome Commerciale Data Socket N°C. Clock Molt. Pr.Prod. Voltag. Watt Bus cache XD 64 HT ST VT GPU Core
Atom Z500 2/apr/2008 441 1 800 MHz 8x 45 nm
47 mil.
1,2 V 0,65 W 400
MHz
L1=56KB
L2=512 KB
No No No Silverthorne
Atom Z510 1,1 GHz 11x 2 W
Atom Z520 1,33 GHz 10x 533
MHz
Atom Z530 1,6 GHz 12x
Atom Z540 1,86 GHz 14x 2,4 W
Atom 230 3/giu/2008 437 1,6 GHz 12x 4 W No No Diamondville
Atom N270 2,5 W No
Atom 330 22/set/2008 2 45 nm
94 mil.
8 W L1=2x56KB
L2=2x512 KB
No
Atom N280 /feb/2009 1 1,66 GHz 10x 45 nm
47 mil.
2,5 W 667
MHz
L1=56KB
L2=512 KB
No
Atom N450 /gen/2010 559 45 nm
123 mil.
5,5 W Pineview
Modello SPEC-Code Clock
in MHz
L2-Cache
in KiB
TDP
in Watt
SpeedStep RAM-Typen Data
Atom N455 SLBX9 1666 512 6,5 si DDR2, DDR3 06/2010
Atom N470 SLBMF 1833 512 6,5 si DDR2 03/2010
Atom N475 SLBX5 1833 512 6,5 si DDR2, DDR3 06/2010

Tecnologia Lpia[modifica | modifica wikitesto]

lpia è un acronimo per low-power on Intel architecture.

Questa architettura è realizzata da Intel per supportare i nuovi mobile internet Devices e che si pone come obiettivo primario quello di estendere la vita delle batterie dei dispositivi handheld[3].

Lpia è compatibile con l'architettura x86 ma per ottimizzare le performance del processore Atom e per sfruttare al meglio le sue tecnologie di risparmio energetico, si rende necessario modificare alcuni flag in fase di compilazione dei sorgenti.

L'architettura lpia è sfruttata soprattutto nei netbook con processore Atom.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Digitimes
  2. ^ part number D945gclf2 (dicembre 2008)
  3. ^ Low Power on Intel Architecture Research Project - Intel Software Network

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei processori Intel
Famiglia 4 bit/8 bit: 4004 | 4040 | 8008 | 8080 | 8085     Famiglia 16 bit: 8086 | 8088 | 80186 | 80188 | 80286 Intel-logo.svg
Famiglia IA-32: 80386 | 80486 | RapidCAD | OverDrive
Gamma Pentium: Pentium | Pentium Pro | Pentium II | Celeron | Pentium III | Pentium III-M | Pentium 4 | Pentium 4-M | Mobile Pentium 4 | Pentium 4 EE | Celeron D | Pentium D | Pentium EE
Processori Mobile: Pentium M | Celeron M | Core Duo | Core Solo | Core M
Gamma Core: Core 2 Duo | Core 2 Quad | Core 2 Extreme
Gamma Nehalem: Core i3 | Core i5 | Core i7 | Core i7 Extreme
Processori per Server: Xeon

Famiglia IA-64: Itanium | Itanium 2
Non x86 compatibili: Intel iAPX 432 | Intel i860 | Intel i960

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica