Il sospetto (film 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il sospetto
Il sospetto (film 2012).png
Mads Mikkelsen in una scena del film.
Titolo originale Jagten [t.l. La caccia]
Lingua originale Danese
Paese di produzione Danimarca
Anno 2012
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico
Regia Thomas Vinterberg
Soggetto Thomas Vinterberg, Tobias Lindholm
Sceneggiatura Thomas Vinterberg, Tobias Lindholm
Produttore Sisse Graum Jørgensen, Morten Kaufmann, Thomas Vinterberg
Casa di produzione Zentropa Entertainments, Film i Väst
Distribuzione (Italia) BiM Distribuzione
Fotografia Charlotte Bruus Christensen
Montaggio Janus Billeskov Jansen, Anne Østerud
Effetti speciali Michael Holm, Martin Madsen, Dann Damgaard Sandgreen
Musiche Nikolaj Egelund
Tema musicale "Moondance" di Van Morrison
Scenografia Torben Stig Nielsen
Costumi Manon Rasmussen
Trucco Bjørg Serup
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Il sospetto (Jagten) è un film del 2012 scritto, diretto e prodotto da Thomas Vinterberg.

Il film è stato presentato il 20 maggio 2012 al Festival di Cannes 2012, dove Mads Mikkelsen ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lucas è un papà separato che, mentre cerca di difendere il figlio da una madre alienante, trova conforto nel suo lavoro di bidello di asilo. Ammirato e benvoluto, vive da solo col suo cane Fanny, ha un gruppo di amici al quale è molto affezionato ed a lavoro è il più adorato dai bambini. Nel corso del film, Lucas si troverà ripetutamente a doversi prendere cura della bambina Klara, figlia del suo migliore amico Theo, il quale spesso non le dedica le dovute attenzioni. Quando, però, Lucas riceve un regalo da parte di Klara e la rimprovera, la bambina ne è risentita e comincia a parlare con la direttrice, accusando Lucas di atti di pedofilia.

La direttrice della scuola lo licenzia e lo accusa pubblicamente, invitando i genitori a cercare nei loro figli segni di abusi sessuali, quali mal di testa e pipì a letto. Si improvvisa abusologa, interrogando in maniera inappropriata i bambini e decretando che “i bambini non mentono”. L'untrice riesce a far diffondere la calunnia come un cancro: altri bambini vengono plagiati fino ad accusarlo falsamente; la ex moglie alienante ne approfitta per tagliarlo fuori dalla vita del figlio; una folla isterica gli ammazza il cane; lui stesso viene picchiato; anche il figlio dell'accusato viene estromesso dalla società.

Alla fine, la bambina accusatrice confessa di avere inventato tutto; la madre cerca di farla tacere, ma il papà della bambina riesce lentamente a vedere la verità. Anche le accuse degli altri bambini (“ci abusava in casa sua al seminterrato”) cadono in quanto viene dimostrato che la casa non ha un seminterrato.

Il film si conclude con papà ed il figlio, riabilitati, che partecipano ad un campeggio di cacciatori.

Uno dei cacciatori tenta di sparagli da lontano mancandolo: finale che ricorda come l'incubo della calunnia non ha mai fine.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La data di uscita in Danimarca è il 10 gennaio 2013. In Italia è stato distribuito da BiM Distribuzione il 22 novembre 2012.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Best Actor Award, festival-cannes.fr. URL consultato il 18 aprile 2014.
  2. ^ European Independent Film Critics Awards 2013: le nominations, cineblog.it, 16 febbraio 2013. URL consultato il 18 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema