Il Muto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Muto è un'opera immaginaria di Albrizio, scritta da Andrew Lloyd Webber, che appare nel musical The Phantom of the Opera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Muto è presumibilmente una parodia dell'opera di Wolfgang Amadeus Mozart Le nozze di Figaro.

Una ricca contessa (interpretata da Carlotta Giudicelli) ha una relazione segreta con un paggio di nome Serafimo (interpretato da Christine). Per sfuggire all'ira del marito, la Contessa, fa vestire Serafimo come una delle sue ancelle, mentre ordina ad una di queste (Meg Giry) di prendere i panni del giovane amante. Tuttavia il conte Don Attilio (nel film del 2004 è interpretato da Piangi, mentre nel musical non è noto l'interprete) scopre l'inganno e finge di lasciare il paese, per nascondersi dietro ad un pannello della stanza della moglie. La contessa, credendo il marito lontano, rimuove il costume femminile di Serafimo e lo bacia, ridendo sulla stoltezza del marito. Quest'aria, simile al "Mein Herr Marquis" del "Die Fledermaus", simula delle risate. In questo momento il Fantasma interrompe la scena per ricordare che il Palco n°5 sarebbe dovuto restare libero per lui. Dopo l'interruzione, Carlotta e gli altri personaggi sulla scena rincominciano a cantare l'aria di nuovo. Ma, mentre cantano l'aria, Carlotta perde la sua voce e fugge dietro le quinte. Il resto della scena è sconosciuta a causa dell'avvelenamento di Carlotta da parte del Fantasma.

Atto III[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la maggior parte della trama di questo atto non sia nota, è caratterizza da un balletto dal titolo "Danza del pastore". Alla fine del balletto il Fantasma impiccherà George Bouquet.

Cast e personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Jeweler, Parrucchiere, e confidente della contessa: baritono
  • Una cameriera: ruolo muto. Meg Giry
  • Pastorelle: ballerine
  • Pastore : ballerino